BRESCIA – Brescia, traffico di droga. Finanza fa arrestare due latitanti a Manchester e Tirana

0

Due uomini latitanti all’estero e sui quali pendevano ordinanze di custodia cautelare emesse in varie operazioni antidroga sono stati arrestati tramite un lavoro di intesa tra la Guardia di Finanza di Brescia, Interpol e le rispettive polizie dei Paesi dove si erano rifugiati. Le manette sono scattate per un traffico internazionale di droga.

Il primo, ghanese J. F., era sparito da tre anni dopo aver ricevuto il provvedimento giudiziario per l’operazione “Benedetta”, indagine legata a “Elefante Bianco” della Procura di Brescia quando vennero arrestate 13 persone e sequestrati più di 5 chili di cocaina. L’africano, scappato alle manette, secondo gli inquirenti è un corriere internazionale legato a una banda criminale sudamericana che mandava nel bresciano fino a 5 chili di cocaina ogni mese dalla Spagna per poi venderla tra Brescia e Verona.

Il latitante è stato beccato a Manchester, in Inghilterra, arrestato il 21 marzo scorso per poi essere estradato dallo Stato inglese verso l’Italia. Il secondo fuggiasco, S.T., albanese domiciliato a Mazzano, era ricercato dalla scorsa estate per l’operazione “Ticket Restaurant” sempre della Procura di Brescia che aveva portato a 15 arresti per traffico di droga, 7 in flagrante e 6 chili di cocaina e hashish sequestrati. E’ stato trovato a Tirana, in Albania, e arrestato. Avrebbe fornito cocaina alle bande criminali locali per distribuirla nelle zone dell’est di Brescia.