BRESCIA – 16 arresti per mafia a Catania, c’è anche Brescia. Accuse per clan rivali

0

Per un delitto commesso e un tentato omicidio nell’estate del 2014 i carabinieri di Catania hanno compiuto 16 arresti con i militari di Brescia, lo Squadrone Eliporto Cacciatori Calabria e il Nucleo Elicotteri su disposizione del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Catania che ha firmato le misure di custodia cautelare in carcere chieste dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura.

Gli arrestati farebbero tutti parte di due gruppi mafiosi di Paternò legati ai clan Santapaola e Laudani. Tutto era partito dopo l’omicidio del 27 giugno del 2014 di Salvatore Leanza che era ritenuto ex sicario del clan Alleruzzo-Assinnata. Per quel fatto è stato accusato come mandante Alfio Rapisarda che secondo la Procura di Catania voleva vendicare la morte del fratello Alfio assassinato proprio da Leanza nel 1980 ed eliminare il capo di un gruppo criminale rivale legato ai Laudani.

Poi il 15 luglio era stato preso di mira Antonino Giamblanco, legato a Leanza, ma riuscendo a scappare all’agguato. Per questo episodio sono indagati Salvatore Rapisarda, il figlio Vincenzo Salvatore e Francesco Peci. Tutti gli arrestati sono accusati di associazione mafiosa, omicidio e tentato omicidio.