BRESCIA – Incatenato per protesta davanti al tribunale, “Non sono un terrorista”

0

Un uomo ha inscenato una particolare protesta stamattina davanti al tribunale di Brescia. Ha indossato una tuta arancione che riportava la scritta “Prigioniero dello Stato” e si è incatenato. Ma non è un manifestante qualsiasi. Si tratta di Salvatore Brosco del presidio legato al movimento “9 dicembre” che ha protestato in via Orzinuovi e distinto in altre scene del genere.

Il 25 maggio scorso, per esempio, mangiò una scheda elettorale al seggio e poche settimane fa si era lanciato sull’auto del sindaco di Brescia Emilio Del Bono. Nel suo “curriculum” di manifestante ci sono anche due denunce presentate contro il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni per il taglio della Dote Scuola.

Ma la Digos di Brescia è stanca di queste scenate tanto da chiedere al tribunale di emettere verso Brosco la misura di prevenzione di sorveglianza speciale. “Non sono un terrorista e nemmeno un mafioso” diceva oggi l’uomo fuori dal palazzo di giustizia prima dell’udienza. Foto tratta dal GiornalediBrescia.it