BOVEGNO – Incendio al monte Muffetto, bruciati 60 ettari di montagna. Forse è doloso

0

Un altro incendio divampato tra i boschi bresciani dopo quelli dei giorni scorsi sul colle Sant’Eusebio sopra Caino e a Gole di Sulzano. E come il primo, anche le fiamme che hanno devastato 60 ettari del monte Muffetto sopra Bovegno, in alta Valtrompia, potrebbero essere dolose.

Secondo quanto riporta Bresciaoggi, i volontari antincendio di Bovegno sono stati allertati nella notte tra martedì e ieri per un vasto rogo. La zona è quella della Valle di Rango tra Valtrompia e Valsabbia vicino alla malga Vestone a 1.500 metri di altezza. La squadra andata sul posto per spegnere le fiamme parla di roghi appiccati sulla parte sinistra e destra del fiume che divide la valle e con l’erba secca insieme al vento forte hanno creato un mix micidiale che ha allargato il fronte a cinque chilometri.

Sono poi arrivati i mezzi della Protezione civile di Marcheno, Tavernole, Polaveno, Sarezzo e Bovezzo coordinati dalla Comunità montana con un elicottero che si è rifornito di acqua dalla vasca di Collio. Ieri mattina è stata fatta l’ultima bonifica per poi vedere i risultati.

Cascine e boschi più a valle si sono salvati, ma più a nord la montagna è andata in fumo. E per la provincia, quando si parla di incendi probabilmente dolosi, si va a quello divampato a San Giorgio di Lumezzane, prima ancora al colle San Zeno di Pezzaze dove bruciarono 200 ettari e pochi giorni fa al colle Sant’Eusebio.