BRESCIA – Inchiesta appalti Provincia, Procura chiede rinvio a giudizio per dieci indagati

0

Processo per nove persone per l’inchiesta sugli appalti lanciati dall’assessorato ai Lavori pubblici della Provincia di Brescia. E’ la richiesta fatta dalla Procura per Pietro Bondoni, tecnico della Provincia e finiti agli arresti domiciliari nel 2014, Adriano Bortolotti, Mauro Da Polenza, Carlo Faccin, Ziglietta Ferraglio, Mariano Gaburri imprenditore attualmente in carcere, Albino Omodei, Bortolo Perugini, Piergiuseppe Valentini e Stefano Zilio.

Sarà il giudice a decidere il prossimo 26 maggio nell’udienza quando dovranno comparire tutti gli indagati. Per Pietro Bondoni l’accusa è di peculato e falso in atti pubblici per aver assegnato appalti usando procedure fittizie e turbativa d’asta in concorso con altri funzionari e imprenditori.

Per l’imprenditore Gaburri pesa la contestazione di traffico illecito di rifiuti e frode nelle pubbliche forniture per aver usato rifiuti non pericolosi e non il materiale secondo quanto previsto nell’appalto per costruire la strada Lenese e Paullese. Al centro anche la Sp 345 delle Tre Valli tra Collio e Bagolino.