BRESCIA – Bledar Pajana, società edile dietro il boss della cocaina. Sequestrati 1 milione di euro

0

Un’indagine della Procura di Brescia nell’ambito dell’operazione che ha consentito di arrestare il 16 dicembre scorso a Eindhoven, in Olanda, il narcotrafficante internazionale di cocaina Bledar Pajana prima di allora latitante e sul quale pendeva un mandato di cattura europeo emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Brescia ed estradato pochi giorni fa in Italia, poi condotto al carcere romano di Rebibbia, ha permesso di trovare una società edile a lui collegata.

Al “Messi d’Albania”, come viene chiamato perché molto somigliante al campione del Barcellona, sono stati sequestrati due auto, un terreno, uno stabile residenziale e denaro in banca. Le indagini tributarie disposte dalla Procura hanno consentito di scoprire la società edile che in realtà non lavorava, ma aveva investito in terreni sui quali si poteva costruire e auto di grossa cilindrata. Di fatto il boss aveva un patrimonio più ricco rispetto ai redditi che dichiarava.