CHIARI – BreBeMi e Tav, agricoltori espropriati ancora senza soldi. Bettoni: “Questione di qualche mese”

0

Gli agricoltori di Chiari, Castrezzato, Calcio e Rovato aspettano da BreBeMi decine di migliaia di euro di espropri serviti a dare spazio all’autostrada A35 e che ancora non sarebbero stati liquidati a un anno di distanza dall’inaugurazione dell’infrastruttura.

Secondo quanto riporta Bresciaoggi, solo a Chiari sarebbero una ventina quelli che ancora non hanno ricevuto un centesimo e visto quanto successo per la Ss 11 con Anas che ha mandato i bonifici dopo dieci anni, c’è la preoccupazione per i tempi. E per velocizzare le procedure, quanti devono ricevere il saldo o tutta la somma, anche migliaia di euro, stanno pensando a un comitato.

Oltre ai soldi ci sono le aree di un vasto pezzo di terra tra l’A35 e la linea ferroviaria per l’alta velocità che è stato tolto agli agricoltori e non può essere usata perché impossibile da raggiungere. Questo e il tema degli espropri sono stati segnalati al presidente di BreBeMi Francesco Bettoni nella commissione Territorio della Regione Lombardia.

“Entro il 30 giugno faremo il punto con le associazioni – ha detto Bettoni – finora sono stati liquidati l’85% degli espropri e Concessioni Autostradali Lombarde ha disposto il pagamento”, mentre sulle aree ferme “la parte interclusa è già stata definita, con somme precise tra autostrada e ferrovia”. Il problema non sono tanto gli importi, quanto i tempi e Bettoni parla di “qualche mese”.