BRESCIA – Auchan, da luglio tagliati stipendi, infortuni e sconto sui prodotti per 600 dipendenti

0

Dal prossimo luglio i 600 dipendenti bresciani della catena di supermercati Auchan delle sedi di Concesio, Roncadelle e Mazzano si vedranno tagliati gli stipendi, la copertura della malattia, la quota Inail per gli infortuni sul lavoro e verrà anche tolta loro la carta che, in quanto dipendenti, permette di avere uno sconto del 5% sui prodotti.

Dopo la rottura della trattativa tra il colosso francese e i sindacati seguita all’incontro del 12 marzo scorso sulla possibilità di licenziare, l’azienda ha disdetto in modo unilaterale il contratto integrativo aziendale che era stato firmato nell’ottobre del 2007. Nel bresciano le conseguenze peseranno sui 240 dipendenti attivi al complesso di Roncadelle, sui 160 di Mazzano e ai 200 di Concesio.

In pratica, verrà tagliato il 25% della copertura per malattia dopo il terzo giorno, via l’anticipo della copertura Inail in caso di infortunio e per i lavoratori che erano alle dipendenze della vecchia Rinascente e Città Mercato si vedranno togliere anche i 50 euro al mese. In tutto il colosso francese della grande distribuzione intende licenziare 1.100 persone su 8 mila lavoratori nei 60 supermercati italiani.

“E’ un grave passo unilaterale quello emerso nell’incontro del 12 marzo – si legge in una nota della Fisascat nazionale – dopo il rifiuto dei sindacati di procedere a una sospensione del contratto e prevedere un abbassamento generalizzato del livello d’inquadramento e retributivo dei lavoratori come misura transitoria negli ipermercati del centro-nord”. Come segno di protesta, i sindacati sono pronti a bloccare gli straordinari.