PARMA – Fiera Mecspe su tecnologie e innovazione, ci sono 46 aziende da Brescia

0

Saranno 46 le realtà di Brescia e provincia che parteciperanno a Mecspe, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione, organizzata da Senaf, in programma dal 26 al 28 marzo ai padiglioni di Fiere di Parma. Punto di riferimento per il comparto della meccanica e della subfornitura, la manifestazione offrirà una panoramica completa di materiali innovativi, macchine, lavorazioni e sistemi per implementare e migliorare la produzione, con 1.229 espositori, 31 isole di lavorazione, 15 quartieri tematici, 9 saloni tematici, 10 piazze d’eccellenza, 103 tra convegni e miniconferenze organizzati da aziende, università e istituti di ricerca.

“Le imprese della meccanica e della subfornitura credono fortemente nella ripresa del settore e dall’Osservatorio Mecspe emergono indicazioni importanti per il loro sostegno nel percorso di sviluppo – commenta Emilio Bianchi, direttore di Senaf.- Le aziende crescono, investono e hanno fiducia nel mercato, ma sono quelle che hanno puntato sull’innovazione e sulla formazione ad aver ottenuto le migliori performance aziendali. Asset, insieme all’internazionalizzazione, che possono fare la differenza migliorando significativamente la competitività delle nostre imprese”.

Ed è proprio l’innovazione a essere al centro della fiera e della seconda edizione della “Fabbrica Digitale – Oltre l’automazione©”, l’iniziativa che mostrerà come integrare tutti i sistemi e sottosistemi necessari alla realizzazione di un prodotto riducendo sprechi e costi. Grazie all’utilizzo delle tecnologie digitali sarà possibile progettare e realizzare parti del manufatto in località diverse: una nuova frontiera per le aziende che vogliono mettersi a disposizione, come partner competitivi, di un mercato sempre più globalizzato. Nella Fabbrica verranno realizzati alcuni componenti della vettura elettrica superleggera da corsa progettata dal team H2Polito del Politecnico di Torino e sarà presente una sala immersiva, dove la realtà virtuale prenderà forma e il visitatore potrà interagire con parti della vettura.

Inoltre Dassault ed il suo partner CSP mostreranno come entrare in una realtà tridimensionale nella Virtual Room, in cui la visualizzazione 3D trasformerà i prototipi digitali in immagini realistiche di grande impatto, particolarmente utili per attività di stile. L’innovazione sarà protagonista anche nella Piazza della Robotica & degli Umanoidi in cui verrà analizzata a fondo l’interazione uomo-macchina che in questi ultimi anni, grazie soprattutto agli algoritmi automatici di apprendimento del movimento umano, ha fatto passi da gigante. Così sarà possibile rapportarsi con Nao, un umanoide presentato dall’Università degli Studi di Padova in grado di ballare e di rialzarsi in caso di caduta, di capire cosa gli viene detto e rispondere con la sua voce, o con Orobot, un robot autonomo sviluppato per assistere gli anziani in casa, capace di identificare le persone, segnalare qualsiasi evento si verifichi all’interno delle mura domestiche, rilevare intrusioni ed effettuare chiamate in videoconferenza.

Le ultime frontiere della robotica presenti a Mecspe riguarderanno anche innovazioni rivolte al mondo della riabilitazione e al miglioramento della deambulazione per le persone con mobilità e indipendenza ridotta. In particolare, l’Istituto di Biorobotica della scuola di Sant’Anna presenterà due progetti di robotica indossabile inerenti a questo problema: WAY, un esoscheletro di mano volto al recupero della funzionalità della mano post trauma con assistenza funzionale alla presa degli oggetti e il progetto CYBERLEGs, incentrato sulla realizzazione di un sistema di ausilio alla camminata naturale per soggetti a mobilità ridotta, quali anziani o amputati. Una protesi robotizzata che, grazie ad una sorta di servomotore, asseconda in maniera attiva il movimento dell’arto permettendo a chi ha subìto un’amputazione di camminare, salire le scale, alzarsi con il minimo sforzo fisico.

Spazio anche al momento ludico e al gioco con il “robot calciatore” Robovie-X, un altro umanoide molto agile e veloce, derivato dal cinque volte campione del mondo di calcio robotico Vision 4G, capace di eseguire movimenti complessi, sdraiarsi e rialzarsi da solo. Nella Piazza della Robotica Basket, invece, sarà possibile incontrare Racer, il robot Comau più veloce nella sua categoria che, grazie al sistema di controllo di quinta generazione C5G e al nuovo software eMotioncapace, è in grado di fare canestro esattamente come i grandi campioni di basket. Molte le novità proposte anche all’interno del Salone 3DPrint Hub, l’evento nato per incontrare e mettere in relazione la stampa 3D e il mondo produttivo, in cui all’esposizione di stampanti 3D, scanner e software, si affiancheranno numerose aree dimostrative e workshop.

Per quanto riguarda l’export, i risultati dell’Osservatorio mostrano come sia un asset fondamentale per lo sviluppo delle imprese dato che quasi 8 aziende su 10 (78,2%) dichiarano di esportare i propri prodotti e servizi. Per dare alle aziende la possibilità di realizzare nuove opportunità di business al di fuori dei confini nazionali, Mecspe propone il progetto dedicato Spex, Senaf promo Export, che si pone l’obiettivo di far incontrare le aziende con potenziali buyer e di accompagnarle passo passo nel processo di internazionalizzazione, offrendo un servizio consulenziale completo: dal supporto logistico e commerciale, sino a quello legale e amministrativo. Inoltre, a Mecspe saranno presenti delegazioni di buyer da Paesi europei ed extraeuropei: un’occasione per sviluppare importanti sinergie e orientare le scelte aziendali in un contesto internazionale.

AZIENDE BRESCIANE ALLA FIERA MECSPE