BRESCIA – Protesta permessi soggiorno stranieri, dopo guerriglia e sgombero altri eventi fino a sabato

0

E’ stato un sabato pomeriggio e notte di tensione quello vissuto da Brescia durante la manifestazione dell’associazione “Diritti per tutti” e delle comunità dei senegalesi contro la sanatoria del 2012 in cui contestano le “troppe richieste di permesso di soggiorno respinte per un’anomalia tutta bresciana”. Sul tema la Cisl aveva parlato di un 70% di domande non accettate.

Il presidio di protesta partito sabato pomeriggio intorno alle 16 ha avuto subito momenti di tensione dopo che il Comune, la Prefettura e la Questura hanno vietato piazza Loggia, inizialmente resa disponibile, per “tutelare i beni artistici del luogo”. Un diniego che ha scatenato le associazioni tanto da far parlare di “limiti all’agibilità politica”. Tre attivisti solo quel sabato sono stati fermati con coperte e tende in un furgone mentre cercavano di raggiungere piazza Loggia.

Poi il corteo è partito da piazza Rovetta verso via San Faustino e Leonardo da Vinci fino a corso Garibaldi con cassonetti ribaltati e incendiati e alcuni scontri con le forze dell’ordine. Gli attivisti si sono poi fermati tutta la notte in largo Formentone e in piazza Vittoria con lo sgombero ieri mattina alle 7,40 da parte della polizia. Il bilancio è di venti persone denunciate, di cui dieci stranieri e dieci italiani compreso Umberto Gobbi presidente dell’associazione “Diritti per tutti” e quattro stranieri in Questura di cui tre destinati al centro di identificazione ed espulsione e uno sarà espulso.

Dopo quanto successo ieri mattina, nel pomeriggio si è svolto un presidio con 400 manifestanti sotto piazza Loggia e con un corteo fino in Prefettura mentre una delegazione ha incontrato l’assessore comunale Marco Fenaroli per affrontare i temi in giunta. Gli attivisti chiedono alla Loggia un tavolo istituzionale sulla questione dei permessi di soggiorno e intanto lanciano nuove iniziative per un’altra settimana di protesta che culminerà sabato 28 marzo in un’altra manifestazione che si preannuncia blindata. Foto tratta dal GiornalediBrescia.it