VESTONE – Arte, una nuova attribuzione per l'”Incredulità di San Tommaso”

0

Giovedì 19 marzo alle ore 20.00, presso la chiesa parrocchiale, sarà presentato il restauro del dipinto, già attribuito ad Andrea Celesti, l’Incredulità di San Tommaso, ora assegnato ad Alessandro Campi.

L’opera, che tornerà nella sua collocazione originaria, sul presbiterio vicino all’organo, grazie all’attento restauro della ditta Gianotti di Roè Volciano, è stata giustamente attribuita ad Alessandro Campi, allievo appunto di Andrea Celesti, pittore di cui, fino ad oggi, si credeva la tela. Non si conosce molto sul quadro, a parte che si trovava nella chiesa, ora sconsacrata, di San Sebastiano; inoltre uno stemma presente sulla tela fa ipotizzare si possa trattare di una donazione di qualche famiglia nobile, non ancora individuata.

Il progetto di restauro, promosso dal Distretto Culturale della valle Sabbia, è stato reso possibile attraverso il Comune di Vestone e la Fondazione Cariplo, che hanno sostenuto l’intera spesa. Ha presentare il restauro del dipinto interverrà lo storico dell’arte e presidente del Distretto Culturale di Valle Sabbia Andrea Crescini, mentre il maestro Gerardo Chimini all’organo e il soprano Laura Crescini allieteranno la serata con un accompagnamento musicale.