VALTROMPIA – Sicurezza, verso una Polizia locale unica. Idea dei cinque comuni più grandi

0

Un solo comando centralizzato di Polizia locale per tutta la Valtrompia accorpando quelli di Lumezzane, Gardone, Sarezzo, Concesio e Villa Carcina e che potrebbe arrivare già in estate. Una gestione associata della sicurezza che non riguardi più il singolo comune, quindi, ma moltiplicato per cinque e fino a 75 mila abitanti, praticamente i paesi più grandi della Valtrompia.

Secondo quanto riporta il Giornale di Brescia, i sindaci ne stanno discutendo da mesi e si tratterebbe di un modello unico nel suo genere, prima esperienza in provincia di Brescia. Del progetto ne stanno parlando i comuni capofila Lumezzane, Gardone e Sarezzo con il sindacato unitario locale di Polizia municipale. Un tema che, come cita il quotidiano bresciano, è affrontato anche dall’assessore lombardo alla Sicurezza Simona Bordonali che porterà la bozza di riforma della Polizia in consiglio regionale martedì dopo aver avuto il via libera dalla commissione.

Nel caso della convenzione triumplina di cui si sta discutendo, si parla della possibilità di unire semplicemente i comandi, oppure farne uno solo o ancora una sorte di distaccamento. Con gli agenti che continuerebbero ad essere assunti e dipendenti dei singoli comuni. E’ la forma giuridica, in pratica, al centro dell’analisi che stanno facendo gli enti locali. Oggi, mettendo insieme le forze in campo, ci sono tre ufficiali commissario capo, tre commissari semplici, diciotto agenti e due collaboratori B dei paesi capofila, con sei agenti e un comandante per Concesio e due agenti per Villa Carcina.

Nel caso l’intesa diventasse concreta, potrebbe portare dalla Regione alcuni finanziamenti per acquistare strumenti a disposizione degli agenti. Sul tavolo, come dice Alessandro Mattanza coordinatore interprovinciale del sindacato locale di polizia riportato dal quotidiano, c’è anche il problema degli stipendi. “Non sarebbe possibile avere due vigili che operano nello stesso momento e allo stesso posto con due trattamenti diversi”.