CASTENEDOLO – Donna uccisa Castenedolo, autopsia: morta per colpi alla testa. Musini venerdì dal gip

0

Sul delitto di Anna Mura, la 54enne trovata morta dal figlio 15enne lunedì pomeriggio nella casa di via Matteotti a Castenedolo e per il quale l’unico indiziato al momento è il marito Alessandro Musini ora in carcere, è arrivata una sentenza, quella dei medici legali che hanno disposto l’autopsia sul corpo della donna.

Gli esami, di cui dà notizia il GiornalediBrescia.it citando fonti investigative, hanno confermato la morte dovuta ai colpi alla testa che hanno sfondato il cranio della 54enne lasciandola in un lago di sangue. Colpi inferti dall’omicida e compatibili con il bastone sporco di sangue trovato nelle ore successive al rinvenimento del cadavere della donna.

Sul fronte delle indagini, invece, il marito Alessandro Musini che continua a dichiararsi innocente domani sarà interrogato dal giudice per le indagini preliminari di Brescia nell’udienza alla fine della quale sarà convalidato il fermo dell’uomo.

Al giudice dovrà spiegare cosa ha fatto in quelle trenta ore in cui è stato irreperibile e raccontare perché, se confermata la sua versione al sostituto procuratore Francesco Piantoni e ai carabinieri in sei ore di interrogatorio martedì sera, è scappato da casa dopo aver visto la moglie morta senza svegliare il figlio e chiamare i soccorsi. Una versione che non convince per niente gli inquirenti e che ritengono l’uomo colpevole del delitto.