MILANO – Uffici postali, taglio “rimandato”. Prossima settimana un tavolo al Pirellone

0

Per il momento non entrerà in azione il piano di taglio o riduzione alternata degli uffici postali in Lombardia. Il progetto di Poste Italiane per la regione prevede la chiusura di 61 sportelli e l’apertura a giorni alterni di altri 121, ma resta in standby.

Il consiglio regionale ha infatti chiesto e ottenuto un tavolo tecnico la prossima settimana con i vertici aziendali per discutere il piano. L’entrata in vigore annunciata per il 13 aprile, quindi, potrebbe essere posticipata e con l’aggiunta di alcune modifiche.

Sul fronte bresciano il piano prevede la chiusura di otto sportelli, di cui tre in Valtrompia (Magno di Gardone, Brozzo di Marcheno e Cogozzo di Villa Carcina) e l’apertura “ridotta” per altri otto.