LODI – Si fingeva imprenditore per dare lavoro a ragazze, poi le violentava. Arrestato 42enne

0

La Squadra Mobile di Lodi con i carabinieri trentini hanno arrestato H. N., un 42enne tunisino residente in provincia di Trento e che si sarebbe finto imprenditore per adescare le ragazze cui offriva un lavoro. Una situazione che, secondo gli inquirenti, riguarda tutta la Lombardia e dove il nordafricano avrebbe colpito diverse volte.

Il primo episodio, riportato da Il Giorno, si svolse il 21 febbraio scorso quando trova su un sito internet per la ricerca di lavoro una marocchina di 26 anni alla quale offre un posto come badante per la madre malata, in realtà tutto una finzione. Così va a prenderla alla stazione di Lodi e con gentilezza la fa salire in auto. Ma invece di portarla dalla madre la conduce in un parcheggio isolato dove la violenta.

Subito dopo la riporta in stazione e se ne va, ma la giovane chiama la polizia per raccontare quanto le era successo. L’uomo è stato arrestato stamattina dai carabinieri dopo un mese di indagini e intercettazioni. Lo hanno trovato a Riva del Garda in attesa di incontrare due giovani che aveva contattato per dare loro un lavoro, di fatto una situazione simile alla 26enne.

Il 42enne cercava su tutti i giornali annunci di lavoro per adescare giovani, straniere e magari musulmane che non lo avrebbero denunciato per la fede religiosa. L’uomo è stato messo ai domiciliari dal gip del Tribunale di Lodi Isabella Ciriaco nella sua casa a Dro, in provincia di Trento, dove ha una moglie e due figli.