MILANO – Karate, campionati regionali 2015. Successi storico per il Master Rapid SKF CBL

0

Il Karate Master Rapid SKF CBL ha fatto un risultato “veramente storico” (stiamo parlando della Lombardia, storicamente nel Kata una delle Regioni con il maggior numero di Club impegnati, con tecnici veramente preparati e con una tradizione di primissimo piano in questa specialità).

Questi i risultati: Juniores Maschile (1995/96/97/98). Medaglia d’Argento Luca Mariolini (1998 !) Visinoni Julian (1997) e Gheza Giovanni (1997) Medaglia di Bronzo. Nella categoria Assoluto Maschile (dal 1997 sino ai 35 anni). Medaglia d’Oro con Oscar Pe, Visinoni Julian (1997) e Gheza Giovanni (1997) Medaglia di Bronzo !!! 6 medaglie sulle 8 disponibili !!! Grazie anche a Alberto Mori, Manuel Pe, Pelosato Valerio, Franco Sacristani e Giammanco Roberto 1° posto nella classifica per società Juniores e 1° posto nella cat. Assoluti. Nel femminile un plauso a Serena Peluchetti (1997) che si aggiudica una Medaglia di Bronzo in una poule insidiosissima contro atlete di due anni più grandi e grazie anche alla prestazione di Deborah Contessi il Club raggiunge il 3° posto nella classifica per Società femminile Juniores.

Ecco la cronaca della gara e degli incontri:
Nella categoria Juniores, Luca Mariolini posto nella parte alta del tabellone supera al 1° incontro per 5 a 0 Gessa Alberto (Karate Ghedi) al secondo incontro di miura il compagno di squadra Julian Visinoni (3 a 2) ed in finale di poule Andrea Venturini del Centro Karate Sportivo di Cremona con un perentorio 5 a 0, con il medesimo risultato nella finalissima poi dovrà cedere al figlio d’arte Luca Brescia del Karate Muggiò. Nella parte bassa del tabellone Giovanni Gheza supera per 5 a 0 Nicola Carboni del Karate Bushido Casalmaggiore al secondo incontro Nicolò Signorelli per 5 a 0 ed in finale di poule si deve arrendere al forte Luca Brescia così come Manuel Pe che supera Davide Portesi del karate Ghedi per 5 a 0 al 1° turno per poi fermarsi contro l’ostacolo Brescia per una valutazione di 4 a 1 che lascia comunque qualche perplessità al pubblico presente ed allo Staff di Maffolini.

11034328_790668057693832_6725730571374267404_oNella fase dei ripescaggi Julian Visinoni supera agevolmente Gessa Alberto (5 a 0) e Andrea Venturini (4 a 1) guadagnando il diritto di salire sul podio conquistandosi così il primo prestigioso Bronzo stagionale. Sempre nella fase dei ripescaggi Manuel Pe (1998) supera agevolmente Andrea Vavassori per 5 a 0 per poi giocarsi nel derby con Gheza Giovanni la finalina per il Bronzo che vedrà prevalere il più esperto (1997) Gheza per 4 a 1.

Nella categoria Assoluti, Gheza Giovanni posto nella parte alta del tabellone avanti di un turno supera al 2° turno l’atleta Marco Mobilio grazie all’esecuzione di un eccellente Suparimpei, al 3° turno l’atleta del Karate Ghedi Andrea Lanfredi con l’esecuzione pregevole del Kata ChatanJara Kushanku, per poi cedere in finale di poule di misura 3 a 2 contro Oscar Pe che posto anch’egli nella parte alta del tabellone supera agevolmente al 1° incontro Nicola Carboni del Karate Bushido Casalmaggiore grazie ad uno splendido Gijushosho, Vezzoni Marcello del Centro Karate Sportivo a seguito di un brillante kata Unsu  per poi accedere alla finalissima grazie all’esecuzione di un Kanku sho strappa applausi. Nella parte bassa del tabellone Visinoni Julian supera per 5 a 0 l’atleta Claudio Cartari del bushido Milano, al secondo turno supera per 3 a 2 l’atleta del Castano Primo Andrea Varri mentre in finale di poule deve cedere al più esperto Alan Garda a seguito di uno sfavorevole 4 a 1.

La cronaca della finalissima racconta di un’esecuzione di Gankaku proposta sia da Alan Garda che da Oscar Pe che vede l’atleta di Maffolini prevalere con una valutazione di 4 a 1 con un Oscar Pe in giornata da incorniciare che si regala il secondo titolo regionale del 2015 dopo quello ottenuto nel Kumite -67 kg dimostrando un’ecletticità, figlia del “pensiero maffoliniano” che ha dell’incredibile.

Nei ripescaggi c’è gloria anche per Giovanni Gheza che conquista il secondo Bronzo della giornata grazie al 5 a 0 su Nicola Carboni (Karate Bushido Casalmaggiore) e grazie al 4 a 1 perentorio ai danni dell’atleta Marcello Vezzoni del Centro Sportivo Karate di Cremona. Giovanni Gheza all’esordio in questa categoria, si aggiudica un meritatissimo Bronzo, confermando l’eccellente potenzialità che era emersa anche in contesti internazionali ma che ora viene legittimata dal superamento di ostacoli di indubbio spessore d’esperienza. L’ultima soddisfazione della giornata la concede Julian Visinoni che in netta crescita vince per 4 a 1 contro il pur bravo Maurizio Guerrini dell’Henko do di Varese regalando alla Master Rapid SKF CBL l’ultimo Bronzo maschile della giornata.

11064818_790668311027140_2553207325941431173_oNel Femminile Juniores bella prestazione per Serena Peluchetti che ottiene una medaglia di Bronzo superando agevolmente i turni preliminari per poi disputare un bell’incontro ad appannaggio della Peluchetti che prevale 3 a 2 sull’atleta Elena Valcarenghi del centro Sportivo Karate di Cremona grazie ad un pregevole kata Annan e cedendo solo in finale di poule a Carola Casale del Karate Pozzuolo, recente argento europeo con la nazionale a squadre giovanile, che si aggiudica l’oro della categoria battendo Giulia Raccagni del Karate Fudochi di Trenzano (Bs) nella finalina per il Bronzo la Peluchetti si aggiudica per 5 a 0 la medaglia contro Martina Bandini del Karate Sabbioneta grazie all’esecuzione di uno splendido kata Unshu.

Questo il commento finale del direttore tecnico Francesco Maffolini, raggiante alla fine della manifestazione:
“Sicuramente soddisfatto! Non si può non mettere in evidenza oltre allo splendido titolo Regionale di Oscar Pe, la doppia medaglia di Julian Visinoni e Giovanni Gheza che salgono sul podio in entrambi le categorie e che fanno sperare ad un futuro ricco di soddisfazioni oltre che all’argento di Luca Mariolini classe 1998 che da forza di continuità ad un progetto Kata ottimamente riuscito. Come non si può non mettere sotto i riflettori la prestazione di Serena Peluchetti, riconfermata al vertice regionale, che si è distinta per tecnica e tonicità. Il risultato del Campionato regionale è frutto di un progetto preciso e non lo sporadico successo di un elemento particolarmente dotato è questo che mi inorgoglisce di più. Uno Staff Tecnico ed un gruppo di atleti provenienti da zone di periferia che si sono sottoposti ad ore ed ore di allenamento. Abbiamo cercato di supportarli anche psicologicamente e questo secondo me ha fatto la differenza. Adesso piedi in terra, sono consapevole che alla finale nazionale di Ostia Lido questo livello non basta per avvicinarci al podio, quindi dobbiamo tornare a lavorare a testa bassa…”.