BRUXELLES – Corruzione, arrestati il bresciano Antonio Gozzi e Massimo Croci. “Tangenti in Congo per appalti”

0

Avrebbero pagato delle tangenti ad alcuni ufficiali pubblici in Congo per poter ottenere appalti. Sono stati così arrestati a Bruxelles l’amministratore delegato Antonio Gozzi (che è anche presidente di Federacciai e della squadra di calcio Virtus Entella di serie B), di origine bresciana e il collaboratore Massimo Croci, dirigenti della Duferco, società siderurgica con sede a Lugano e con una filiale anche a San Zeno Naviglio.

Ne dà notizia TicinoNews.ch che cita lo stesso gruppo industriale parlando di “aver appreso con stupore dell’arresto dei suoi due dirigenti”. Il giudice belga che ha avviato l’istruttoria li ha convocati a testimoniare per un’inchiesta su un presunto caso di corruzione che ha portato anche all’arresto del sindaco di Waterloo, Serge Kubla, lo scorso 24 febbraio.

La società siderurgica, come riporta il quotidiano online ticinese, a fine febbraio si era smarcata da ogni accusa su una possibile corruzione in Congo. “E’ una privazione della libertà – si legge in una nota di Duferco – tanto più che Gozzi e Croci si sono recati dall’Italia a Bruxelles per rispondere all’invito del giudice d’istruzione.

Questa maniera di procedere non si può che interpretare come un mezzo di pressione inammissibile. Duferco rispetta un codice etico restrittivo sin dalla sua fondazione e sottolinea pubblicamente che sia Gozzi sia Croci godono oggi più che mai della totale fiducia del gruppo e dei suoi azionisti”.