MILANO – Rubavano hitech in ditte di spedizione del nord e centro Italia, tre arrestati

0

Avrebbero compiuto 47 furti di quel genere solo nel 2014, per 1 milione e mezzo di euro, in varie ditte di spedizione del nord e centro Italia, nelle province di Novara, Lucca, La Spezia, Pisa, Verbania, Piacenza, Cuneo, Bergamo, Biella, Genova, Verona, Parma, Varese, Asti, Alessandria, Ferrara, Brescia, Lodi e Reggio Emilia.

Ma i carabinieri di Verbania sono riusciti a fermare gli autori e bloccare una banda di tre persone, tutti romeni e residenti a Torino. Usavano una tecnica da professionisti per entrare di notte nelle aziende che ospitavano soprattutto merce tecnologica da fornire ai supermercati e centri commerciali. Si presentavano in tre: uno, di solito il più grosso fisicamente, rompeva un vetro per aprire un varco, un altro entrava per aprire la porta dall’interno e il terzo faceva da palo in un’auto pronta a partire nel momento in cui sarebbe consumato il furto.

Facevano tutto in pochi minuti per evitare l’arrivo delle forze dell’ordine. Raggiungevano il reparto da rubare, rompevano il filo spinato di protezione e poi portavano via tutto ciò che si poteva, soprattutto cellulari e altri dispositivi hitech. Ma prima di uscire uno di loro salutava la telecamera di video sorveglianza a riprendere la scena.

Non a caso si chiama si chiama “Bye bye” l’operazione condotta dai carabinieri che hanno arrestato A. C. di 36 anni autista della banda, C. P. di 40 e C. I. di 34 che si infilavano nelle ditte.