BRESCIA – Mountain bike, Bresciacup ed Aprica Skipass per “una montagna di emozioni”

0

Una collaborazione nuova, inedita ed assolutamente sorprendente. Una collaborazione che porterà il circuito della mountain bike bresciana a raggiungere la parte più a nord della provincia sino a calcare nuovi sentieri e vivere entusiasmanti avventure. Una partnership che vuole portare i bikers bresciani, e non solo, a scoprire un nuovo paradiso sportivo e turistico da vivere 365 giorno l’anno: questa è l’Aprica!

Aprica è una località turistica che si distende tra i confini di Brescia e Sondrio godendo di meravigliosi scorci naturali incastonati tra la Val Camonica bresciana e la Valtellina. Maggiormente conosciuta per l’attività sciistica invernale Aprica, con oltre 50 km di piste da sci alpino e i suoi impianti di risalita, è una delle più importanti stazioni turistiche invernali ed estive della Valtellina. Le skiaree del comprensorio Aprica – Corteno Golgi, ben collegate tra loro e tutte dotate di innevamento artificiale, sono quattro: Palabione, Magnolta, Baradello e Campetti, quest’ultima attigua a case e alberghi. D’inverno vengono anche allestiti l’Initial Park, il Natural Park in Baradello, alcuni campi all’aperto per pattinaggio su ghiaccio, oltre a una parete di arrampicata su ghiaccio, situata presso l’area tennis. Sono presenti, a pochi km di strada dal centro, alcuni tracciati per sci di fondo, racchette da neve e sci-escursionismo: Pian di Gembro e Trivigno. In paese, località al Plà, si trova infine un anello di fondo più piccolo, lungo 0,8 km, una specie di campo-scuola ad accesso libero.

Ma per gli amanti delle due ruote Aprica è anche la tappa storica del Giro d’Italia del quale, dal 1962, ha ospitato ber ben sette volte un arrivo di tappa. In Aprica hanno vinto campioni del calibro di Vittorio Adorni, Marco Pantani, Ivan Gotti, Ivan Basso e Michele Scarponi ed anche nel 2015 la corsa rosa su strada tornerà sul mitico passo ai piedi del Mortirolo e del Gavia. Aprica è una tappa ed un punto logistico privilegiato per gli amanti del ciclismo su strada, ma lo è ancora di più per chi ama la natura selvaggia ed incontrastata con oltre 50 itinerari escursionistici segnalati dal CAI di Aprica con tracciati che arrivano sino a 2000 mt di quota, veri e propri parchi giochi per i bikers.

Questa nuova collaborazione proietta il Circuito Bresciacup in una nuova dimensione – commenta Enrico Andrini, coordinatore del circuito – Il primo passo di questa collaborazione sarà avvicinare i bikers ai servizi che Aprica Skipass può offrire loro. Da qui la Cup getta già le basi per un grande ed ambizioso progetto che molto probabilmente inizierà a realizzarsi dalla prossima stagione e che segnerà la storia del circuito. Ma le sorprese che sveleremo a breve sono davvero tante ed incredibili. Il secondo passo!? Possiamo solo dire che l’obbiettivo è proprio il 2016!