MONTICHIARI – Montichiari, 70enne scivola nel Chiese e annega mentre dà l’ultimo saluto al cane

0

Tragica fatalità ieri a Montichiari per un pensionato di 70 anni, Franco Tortelli, morto nelle acque del fiume Chiese mentre tentava di seppellire il suo cane meticcio con cui era stato insieme da sedici anni. L’uomo era andato con la moglie Mary lungo gli argini del corso d’acqua. Ma non sarebbe stata una passeggiata qualsiasi. Volevano andare per dare alle acque la salma del loro cane che avevano chiuso in un sacchetto nero.

Per loro l’unico trattamento possibile per dire addio al proprio animale era quello di mettere in acqua il povero meticcio. Ma nel momento in cui l’uomo si è avvicinato agli argini per calare delicatamente il sacco, è scivolato dopo aver perso l’equilibrio ed è finito nel fiume. L’acqua in quel punto, in un campo vicino a via Turati nella zona dove abita la famiglia e vicino allo stadio Romeo Menti non è alta, ma l’uomo ha sbattuto la testa contro una pietra prima di cadere ed è arrivato incosciente dopo centinaia di metri travolto dall’acqua che lo ha portato fino alla zona di Borgosotto, alla Cartiera.

Subito la donna si è messa a urlare tanto da provare a salvare il marito e per poco non è scivolata anche lei nel fiume. Ha così allertato i soccorsi e attirato le persone sul posto che sono andati a verificare cosa fosse successo. Medici e ambulanza sono arrivati dalla vicina sede della Croce bianca. Ma quando i vigili del fuoco chiamati dai carabinieri sono giunti al punto in cui il fiume era più calmo, hanno recuperato l’uomo che era morto. Non sono serviti i trattamenti dei medici che non hanno potuto fare altro che constatarne la morte.

Le cause dell’accaduto sono al vaglio dei carabinieri di Montichiari e Desenzano. Franco Tortelli lascia la moglie Mary Maestri e le figlie Emanuela ed Elena. I funerali saranno celebrati mercoledì 11 marzo alle 8,45 verso il Duomo di Montichiari, mentre la veglia sarà domani, martedì, alle 19,15. Una vicenda simile, ma conclusa con il lieto fine, era capitata nel 2009 a un marocchino che era finito nelle acque in zona Cartiera dopo aver tentato di recuperare il pallone con cui stava giocando. Nella foto tratta dal GiornalediBrescia.it il punto in cui è stato recuperato il corpo del pensionato