Basket A2 Gold, niente coppa Italia per la Leonessa. Ko contro Ferentino

0

Centrale del Latte Brescia 68

FMC Ferentino 80

Parziali: 26-24; 14-20 (40-44); 16-15 (56-59); 12-21 (68-80)

Arbitri: Ursi, Noce, Brindisi

Centrale del Latte Brescia: Fernandez 13, Cittadini 12, Alibegovic 2, Benevelli 2, Loschi 7, Passera 5, Tomasello ne, Nelson 6, Giammò ne, Brownlee 21. All. Diana

FMC Ferentino: Guarino 2, Starks 19, Roffi Isabelli  ne, Allodi 6, Bucci 5, Pierich 10, Ghersetti 12, Martino 2, Biligha 13, Thomas 11. All. Gramenzi

Il sogno di Brescia si infrange in semifinale contro Ferentino. La Centrale del Latte, se si eccettua un buon primo quarto, non riesce ad esprimere il solito gioco veloce e spettacolare che ha caratterizzato fin qua il suo campionato. E’ soprattutto la percentuale dalla linea dei tre punti (1/16 se si eccettua Brownlee) a condannare una Leonessa che si è trovata di fronte una Ferentino più “dentro” la manifestazione, forse più pronta al tipo di partita da dentro-fuori che già ieri contro Treviso aveva dovuto affrontare. I tre uomini in doppia cifra (Brownlee 21, Fernandez 13 e Cittadini 12) non bastano a una Leonessa “opaca”, che deve salutare Rimini e il sogno Coppa Italia.

Il primo canestro del match è di Brownlee, che realizza in coast to coast. Thomas pareggia, prima che Cittadini e Fernandez fissino il punteggio sul 6-2 Brescia. Starks riavvicina Ferentino, ma Brownlee porta la Leonessa sul +5 con una tripla. Il buon inizio dei nostri continua con il gioco da tre punti di Cittadini, che realizza, subisce il fallo di Ghersetti e segna il libero (12-4). Anche Nelson si iscrive al match, ma Ferentino non molla e si riporta sul 14-10 con Thomas. Brownlee risponde con un’altra tripla da casa sua, ma cinque punti di Ghersetti riportano Ferentino a meno due (17-15). Il primo canestro del capitano vale il 19-15 Brescia, mentre Fernandez prima costringe Thomas al terzo fallo personale su un tentativo di bomba (tre liberi a segno e Leonessa sul 22-17), poi realizza in contropiede per il +7. Ma un parziale di 6-0 di Ferentino (tripla di Ghersetti e canestro+fallo di Biligha) riapre tutto. Al primo mini-riposo si va sul 26-24 Brescia, con la stoppata del Citta sulla penetrazione di Starks.

La seconda frazione si apre con il primo vantaggio della partita per Ferentino, grazie alla tripla di Starks. Attacchi freddi da una parte e dall’altra, prima che Allodi (due volte da sotto), Passera  (con una tripla) e Benevelli riassaporino il gusto della retina che si gonfia: a metà del secondo parziale tutto in perfetta parità a quota 31. Brescia si incarta in attacco e Ghersetti, Guarino e Pierich (con tre liberi) fanno scappare Ferentino a +7 (31-38), massimo vantaggio. Il capitano risponde subito con una tripla dall’angolo, Pierich con tiene i suoi a +6, distacco che Cittadini ricuce a quattro con due liberi. Le difese hanno il sopravvento e si entra negli ultimi due minuti ancora sul 36-40 Ferentino. Nelson con due liberi riavvicina Brescia (38-40), Passera costringe al terzo fallo Guarino, e realizza i due liberi successivi per il 40-42 Leonessa. Il quarto si chiude con il canestro di Starks per il 40-44 in favore di Ferentino.

Biligha dà il via alle ostilità del terzo quarto, con Fernandez e Brownlee che non riescono a relizzare dalla distanza. Justin si rifa poco dopo e riporta Brescia a meno 4 (42-46). I canestri di Thomas, Fernandez e Starks fissano il punteggio sul 44-50, prima che il contropiede di Thomas faccia scappare Ferentino sul +8 (nuovo massimo vantaggio). Due liberi di Nelson e di Alibegovic ridanno fiducia a Brescia, ma Ghersetti allunga di nuovo per Ferentino. Brownlee allora si mette in proprio e risponde con la tripla del meno 3 (51-54), cui segue il canestro di Starks e un’altra tripla dello yankee per il meno due (54-56). L’incredibile “bomba” di Biligha ricaccia indietro la Leonessa (54-59) e il quarto si chiude con l’errore di Fernandez dalla lunga distanza (56-59).

Il primo canestro dell’ultimo parziale è di Starks in penetrazione. Brescia non riesce a trovare la via del canestro e Ferentino scappa addirittura a +10 (56-66) con il primo canestro (da tre) di Bucci e i due punti di Allodi. Un libero di Cittadini non basta: ancora Starks brucia la difesa bresciana e manda Ferentino sul +11. La tripla di Brownlee e la persa di Bucci sembrano riaccendere le speranze della Leonessa, ma pesante come un macigno arriva la risposta dalla lunga distanza di Pierich: sul 60-71 si entra negli ultimi cinque minuti di gioco. I canestri di Bucci e Starks, inframezzati dalla penetrazione di Fernandez, portano Ferentino al massimo vantaggio (62-75). Brescia è in confusione e colleziona errori e palle perse. Il contropiede di Bucci e i canestri di Loschi e Cittadini non cambiano la sostanza del match (66-77). Il libero di Thomas, altri due punti di Cittadini e il canestro del giovane Martino fissano il punteggio sul 60-80 finale.