CAZZAGO – Franciacorta, Asl sequestra cantina di vini senza etichette e tracciabilità

0

Cantina di vini sequestrata e vino, che sarebbe dovuto diventare Franciacorta, “declassato”. I controlli condotti dall’Asl di Brescia nel comparto agroalimentare per sondare i requisiti igienico sanitari in vista dell’Expo che inizierà l’1 maggio hanno portato oggi a una “vittima”.

L’Unità Operativa di Igiene e Medicina di Comunità dell’azienda sanitaria bresciana ha trovato problemi alimentari e commerciali in una cantina di Cazzago San Martino, in Franciacorta, e per questo motivo l’ha sequestrata. Sul posto è intervenuto anche l’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agro-alimentari della Lombardia. L’accusa è la mancata tracciabilità nella filiera produttiva ed etichettatura.

In tutto si tratta di una “partita” di 4.800 litri di vino che avrebbero dovuto diventare Franciacorta, ma contenevano anche vini bianchi in generale. L’Asl fa sapere che l’azienda non fa parte del Consorzio dei produttori di vino Franciacorta. Dopo i controlli, sono stati prelevati alcuni campioni di vino che il laboratorio di Sanità Pubblica dell’azienda sanitaria bresciana dovrà studiare. Infine, l’azienda è stata diffidata e non potrà vendere i suoi prodotti finché non si risolve la questione. Immagine di repertorio