BRESCIA – Acqua “inquinata”, cromo VI alto in quattro pozzi privati. Sindaco “chiude” quello di Folzano

0

La concentrazione di cromo esavalente oltre il limite di 50 microgrammi per litro previsto dalla legge è stata riscontrata in quattro pozzi privati su 35 analizzati dall’Asl di Brescia.

Tanto che il sindaco Emilio Del Bono, dopo aver visto i dati su una fonte d’acqua cui attingono sette persone in via Case Sparse a Folzano, quartiere a sud della città, ha emesso un’ordinanza per vietare l’uso. In quella zona, infatti, si sono registrati valori da 85 a 300.

Gli utenti di due proprietà usavano l’acqua di quel pozzo per i bisogni quotidiani, dall’igiene alla cucina. Ma da ieri non possono più fare riferimento a quella fonte e dovranno allacciarsi alla rete pubblica dei rubinetti.