LUMEZZANE – Imprenditoria bresciana in lutto, è morto Luigi Becchetti. Benefattore e commendatore

0

Sono fissati per sabato 7 marzo alle ore 10,30 nella chiesa parrocchiale di Sant’Apollonio i funerali di Luigi (“Luigino” per tutti) Becchetti, morto ieri nella sua casa di via Monsuello a Lumezzane San Sebastiano. Aveva 88 anni e poco più di due anni fa aveva perso la moglie Pia.

Viene a mancare una figura appartenente ad una delle famiglie più prestigiose e rappresentative della Lumezzane produttiva ed economica, il cui capostipite, nel lontano 1882, aveva fondato la Bal Maniglierie. “Luigino” Becchetti era persona molto conosciuta per avere svolto per molti anni svariati incarichi in campo politico e sociale, sopratutto viene ricordato per il suo impegno nella ristrutturazione della chiesa parrocchiale di Sant’Apollonio e nel rifacimento del vicino oratorio.

Cavaliere del lavoro, “Luigino” Becchetti era due volte commendatore per meriti civili. Fu, infatti, nominato Commendatore della Repubblica mentre per meriti nell’ambito religioso gli fu conferita la Commenda Pontificia. Il padre Angelo fu podestà a Lumezzane per diversi anni. Lascia un figlio Corrado, la figlia Stefania e cinque nipoti. Domani sera, venerdì 6 marzo, verrà celebrata una veglia alla Sala del Commiato Benedini e al termine dei funerali il feretro sarà tumulato al cimitero Unico.