LENO – Leno, dipendente ristorante chiede con minacce stipendio arretrato a ex principale

0

Storia di estorsione e minacce dalla bassa bresciana. E’ successo a Leno, dove una rumena di 45 anni residente a Ghedi e che lavorava per un ristorante, aspettava da tempo i 600 euro di stipendio che il suo datore di lavoro avrebbe dovuto dargli ed era ancora in arretrato.

Così la donna è tornata nell’attività commerciale per chiedere di nuovo di essere pagata, ma quando il suo ex capo le ha detto di aspettare ancora, la 45enne ha chiamato il fidanzato, un kosovaro di 33 anni che al ristoratore ha presentato una lettera di minacce per lui e il suo negozio chiedendo 1.000 euro, 400 in più rispetto al debito reale.

Così il gestore del locale ha chiamato i carabinieri di Verolanuova che gli hanno dato una lettera con banconote fotocopiate per presentarsi all’appuntamento con la ex dipendente. Al momento dell’incontro, con il passaggio del denaro, è scattato il blitz dei carabinieri che hanno arrestato l’uomo ora costretto alla dimora, mentre la compagna è stata sottoposta all’obbligo di firma.