BRESCIA – Legge edifici religiosi Lombardia, Giovani Pd: “E’ anti moschee, incostituzionale”

0

L’assessore lombardo all’Urbanistica e Difesa del suolo Viviana Beccalossi ha parlato, a proposito della nuova legge sulla costruzione dei nuovi edifici religiosi, di “regole necessarie” che prevedono telecamere di video sorveglianza, equilibrio architettonico con il paesaggio e spese a carico dell’associazione che cura l’edificio per i parcheggi e le vie d’accesso. Ma i Giovani del Partito Democratico parlano di un provvedimento “anti islam”. “La legge regionale è anti moschee e riteniamo che il testo licenziato sia inaccettabile innanzitutto dal punto di vista giuridico, che dimostra per l’ennesima volta la grave incompetenza delle destre in Regione.

Il testo di legge é incostituzionale – scrivono Giovanna Benini responsabile del Forum Immigrazione Pd di Brescia e Vanessa Tullo responsabile Immigrazione della segreteria provinciale dei Giovani Democratici di Brescia – sia in merito alle specifiche competenze legislative, sia perché gravemente discriminatorio nei confronti della libertà di culto, sottoponendo le richieste di autorizzazione presentate dalle organizzazioni religiose non rientranti in quelle intese con lo Stato italiano, in un ridicolo tentativo di mascherare la precisa volontà di colpire precisamente l’ Islam, ad ingiustificati controlli da parte di una commissione costituita ad hoc e priva di qualsivoglia legittimità.

Soprattutto però questa legge è inaccettabile dal punto di vista politico. In un momento estremamente delicato come quello in cui tutta la comunità internazionale si trova – continua la nota – il gesto inqualificabile delle forze di centro-destra, ed in particolare della Lega, è sintomatico della loro miopia politica che porta ad acutizzare inutilmente una situazione già tesa discriminando, senza alcuna concreta necessità, migliaia di fedeli e ledendo una delle libertà fondamentali ed inviolabili dell’essere umano legata alla libera manifestazione di pensiero e alla libera coscienza, mettendo oltretutto potenzialmente a repentaglio la sicurezza di tutti gli abitanti della Regione Lombardia.

Vorremmo inoltre evidenziare l’incongruenza della Lega nell’identificarsi con Charlie Hebdo all’indomani dei tragici fatti di Parigi, urlando il diritto ad essere liberi, per poi dimostrarsi tanto ottusi fino a negare un luogo di culto. Per tutti questi motivi il Forum Immigrazione provinciale del Partito Democratico e i Giovani Democratici bresciani si oppongono duramente a questa legge discriminatoria e antidemocratica, rivendicando il diritto la libertà di culto per tutti i credenti di confessioni acattoliche, compreso l’ Islam”.