NAVE – Crisi Stefana, via libera dal tribunale alla cassa integrazione fino ad aprile

0

Sembra si stia sbloccando la situazione per l’acciaieria Stefana dopo i presidi delle ultime settimane in seguito alla crisi in cui versa il colosso con sedi a Nave, Montirone e Ospitaletto. Secondo quanto risulta al GiornalediBrescia.it, nella giornata odierna il giudice del tribunale di Brescia Gustavo Nanni ha dato il via libera per la cassa integrazione ordinaria dall’1 gennaio al 30 aprile.

Dopo aver affrontato gli stipendi di dicembre, l’annunciato saldo e la possibilità di vendere sul mercato alcune tonnellate di prodotti finiti per riversare i ricavi sugli stipendi, è un altro passo avanti nella risoluzione della crisi. Il rappresentante della Fiom Cgil Francesco Bertoli avrebbe detto ai dipendenti che gli anticipi sugli stipendi ci sono.

In ogni caso domani, venerdì 30 gennaio alle 15 nella sede di via Brescia a Nave i lavoratori parteciperanno all’assemblea sindacale per capire l’evoluzione. Si sta anche lavorando per garantire la ripresa dell’attività negli stabilimenti.