BRESCIA – Al Museo di Scienze Naturali la mostra “Colour project”

0

“Il colore fa parte della nostra vita e ne siamo influenzati costantemente. Proprio per questi motivi il colore deve essere progettato, ponendo particolare attenzione all’analisi delle finiture e delle superfici”. Da questa considerazione nasce il progetto della mostra “Colour project – Progettare il colore conoscendo la natura” che sarà inaugurata il 30 gennaio alle 18 nel Museo Civico di Scienze Naturali di Brescia. L’esposizione, che rimarrà aperta dall’1 al 6 febbraio, comprende i “Progetti Colore” degli studenti del biennio di Interior and Urban Design della Libera Accademia di Belle Arti (Laba), realizzati durante il corso di “Progettazione del colore dei materiali e delle finiture”, tenuto dalla docente Olga Salvoni nell’anno accademico 2013/2014. I lavori sono stati eseguiti sotto la supervisione di Paolo Schirolli del Museo Civico di Scienze Naturali.

Gli allievi della Laba hanno scoperto il Cmf design, settore del design che si concentra sull’analisi del colore, dei materiali e delle finiture. Lo scopo di questa simulazione progettuale è analizzare il contesto cromatico e materico del Museo Civico di Scienze Naturali, al fine di valorizzarne la struttura attraverso lo studio corretto degli schemi cromatici e della loro applicazione. Allo scopo sono state prese in esame le parti esterne dell’edificio e alcune zone espositive interne dedicate alle mostre temporanee.

Gli studenti, suddivisi in gruppi, hanno realizzato un lavoro di ricerca e approfondimento partendo dall’analisi dell’espressione cromatica, materica e formale del contesto museale, per poi proporre nuovi concept applicati ai singoli progetti. Inizialmente ogni gruppo ha raccolto i dati e le informazioni riguardanti alcuni musei nazionali e internazionali, valutandone i punti di forza e di debolezza. Questa analisi ha fornito informazioni riguardo lo stile e l’utilizzo dei colori e dei materiali in questo ambito. Successivamente sono stati campionati e organizzati i colori e i materiali storici, definendo così l’attuale identità cromatica del Museo Civico di Scienze Naturali.

Nel progetto tutti i colori sono stati codificati attraverso il Sistema Ncs “Natural Colour System”, sistema logico di ordinamento dei colori che si basa sul modo in cui questi vengono percepiti. Tale sistema è stato ideato e sviluppato da Ncs Colour AB di Stoccolma. Successivamente ogni gruppo ha esplorato e proposto un tema specifico, attraverso immagini evocative rappresentate dai colori e dai materiali (moodboard) che costituiscono i nuovi trend presenti in ciascun contesto. I colori e i materiali raccolti sono stati in seguito applicati e distribuiti in proporzioni diverse, attraverso nuovi schemi cromatici, all’architettura. Gli studenti sono stati chiamati a sviluppare un progetto applicando tutte le conoscenze e le competenze acquisite, avvicinandosi in modo graduale alle prime esperienze di progettazione del colore. Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19, domenica dalle 14.30 alle 17.30.