BRESCIA – Tav Brescia-Padova, Spessotto (M5s): “Niente soldi. Non favorisce occupazione ma lavoro nero”

0

“I soldi per l’alta velocità tra Brescia e Padova non ci sono e quelle risorse che esistono solo su carta, tanto decantate da Zuccato, ma senza una vera copertura, non genereranno alcun beneficio in termini di posti di lavoro ma solo nuovo caporalato e lavoro nero”. E’ il commento di Arianna Spessotto (M5s) in commissione Trasporti della Camera dei Deputati in risposta al presidente degli industriali veneti Roberto Zuccato.

“L’alta velocità ha provocato e continua a provocare devastazioni ambientali – dice la parlamentare – ed è deprimente vedere come, per giustificare un’opera inutile per i cittadini, ma altamente appetitosa per le tasche degli industriali, non si utilizzino mai argomentazioni precise e puntuali, ma si faccia ricorso alla più sfrenata fantasia. I 100 mila nuovi posti di lavoro, calcolati con la calcolatrice magica di Zuccato saranno in realtà solo pochi posti, assegnati a grosse imprese che sfruttano gli operai e li tengono in condizioni lavorative indecenti.

Studi autorevoli sulla scelta tutta italiana e unica al mondo del modello Tav hanno documentato l’impatto negativo dei cantieri dell’alta velocità sul territorio, con operai specializzati provenienti per lo più dal sud Italia o dall’estero, alloggiati, a centinaia, dentro campi base, vere e proprie cittadelle militarizzate perché isolate dal territorio, dove vivono separati da tutti.

Queste opere inutili non creano lavoro nel territorio, come invece potrebbero fare delle opere di potenziamento e velocizzazione delle linee esistenti – termina la deputata – senza contare che dall’ammodernamento della linea esistente avrebbero benefici concreti soprattutto i pendolari che rappresentano la maggior richiesta di trasporto”.