ROVATO – Arnesi da scasso nell’auto non assicurata e varie rapine. Due arresti e una denuncia

0

Nell’ambito dell’attività investigativa contro i reati predatori, ieri sera, martedì 20 gennaio alle 18,30 la squadra mobile ha fermato all’uscita del casello autostradale di Rovato una Bmw station wagon con a bordo un cileno di 17 anni alla guida, una spagnola di 25 anni e un cubano di 18. Il conducente minorenne ha tentato di fuggire, ma è stato bloccato dai poliziotti.

I giovani, sprovvisti di documenti, sono stati perquisiti e sono stati trovati in auto grossi cacciaviti, un piede di porco, due coltelli, una pila e guanti da lavoro. La Bmw è stata sequestrata perché senza assicurazione e perché il Pubblico Registro Automobilistico aveva disposto la radiazione per “intestazione fittizia”. In pratica, il proprietario, un italiano che risulta irreperibile, risultava intestatario di oltre 700 veicoli, compreso questo, molti dei quali già sequestrati in mano a delinquenti di tutta la penisola in occasione di arresti delle forze dell’ordine per ogni tipo di reato.

La spagnola e il minorenne cileno, dopo essere stati identificati sono stati portati in carcere anche per aver compiuto tre furti nelle case di Azzano Mella e Villaggio Sereno a Brescia il 13 gennaio e a Palazzolo due giorni dopo. A carico della terza persona, denunciata in stato di libertà per possesso di arnesi da scasso, sono state attivate le pratiche per l’espulsione dall’Italia.

Durante la perquisizione del veicolo sono stati trovati alcuni monili probabilmente persi durante i furti. La Polizia di Stato ha messo a disposizione il proprio portale web per sapere se tra gli oggetti rubati ci sono anche quelli di persone interessate dalle rapine subite. Ci si può rivolgere agli uffici di via Botticelli presentando la copia della denuncia.