Legge stabilità 2015: tutte le novità in materia di efficienza energetica e ristrutturazione

0

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Stabilità 2015 sono pervenute, oltre alla proroga, alcune novità in tema di ristrutturazione e risparmio energetico. Questi, in breve, i principali punti:

Detrazione 65% per interventi di efficienza energetica Viene prorogata di un anno, al 31 Dicembre 2015, la scadenza della detrazione del 65% per le spese di efficientamento energetico degli edifici. Il bonus viene inoltre esteso a due nuove tipologie di interventi, finora esclusi: 1) l’acquisto e la posa in opera di schermature solari fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro; 2) l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30.000 euro. Restano immutati gli altri tetti massimi di spesa detraibili; 153.846 euro per la riqualificazione energetica: 92.307,69 euro per gli interventi sull’involucro e per l’installazione dei pannelli solari e 46.153,85 euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.

Detrazione 50% per interventi di ristrutturazione Confermata anche per tutto il 2015 la detrazione del 50% dei costi sostenuti per le ristrutturazioni (gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, le opere di restauro e risanamento conservativo e i lavori di ristrutturazione edilizia per i singoli appartamenti e per gli immobili condominiali).

Bonus mobili ed elettrodomestici prorogato per tutto il 2015. Esso consiste nella possibilità di detrarre il 50% delle spese, calcolate su ammontare massimo di 10.000 euro, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, anche laddove le spese per mobili ed elettrodomestici siano superiori (ma sempre nel limite dei 10.000 euro) a quelle sostenute per gli interventi di ristrutturazione.

Detrazione 65% per interventi antisismici Bonus fiscale confermato anche per gli interventi di adozione di misure antisismiche.

Detrazione 50% ristrutturazione interi fabbricati venduti entro 18 mesi Tra gli altri interventi che beneficiano del bonus figurano pure quelli “eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, che provvedano entro sei mesi dalla data di termine dei lavori alla alienazione o assegnazione dell’immobile“. La detrazione spetta all’acquirente o assegnatario delle singole unità immobiliari e la legge di Stabilità 2015 porta da 6 a 18 mesi il termine massimo per l’alienazione o assegnazione dell’immobile.

Ritenuta d’acconto all’8% Sale dal 4 all’8% la ritenuta d’acconto trattenuta dalle banche sui bonifici per il pagamento degli interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazione degli edifici che beneficiano delle detrazioni.

Aumento iva sul pellet Oggetto di forti polemiche, è stato attuato l’aumento dell’Iva, dal 10 al 22%, sul pellet.

Reverse charge Tutte le fatture relative a gas ed energia elettrica emesse dai produttori nei confronti del GSE (Ritiro dedicato, Scambio sul posto, Certificati verdi, ecc.) saranno soggette al regime di inversione contabile e dovranno essere emesse senza Iva. Lo stesso dicasi per “trasferimenti di quote di emissioni di gas a effetto serra” e le “prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici“.