Lumezzane, accordo raggiunto con il sindaco Zani per l'uso del campo

0

L’Ac Lumezzane e il Patarò Rugby dal prossimo anno sportivo giocheranno entrambe sul campo dello stadio “Tullio Saleri”. E per garantire la possibilità di far disputare le partite alle due squadre il manto sarà completamente rifatto e sostituito da una miscela di sintetico e naturale. La sala consiliare del municipio ha ospitato la presentazione del protocollo d’intesa che ha visto intermediario il sindaco Matteo Zani.

“L’intesa è stata complicata ma raggiunta – ha detto il sindaco – perché volevamo sfruttare di più lo stadio e dare la possibilità alle squadre più blasonate di giocare a Lumezzane senza cercare altri lidi”. Ma il presidente del Lumezzane Calcio non è sembrato soddisfatto. “Non mi sono mai messo di traverso nell’accordo come qualcuno dice – ha confessato Cavagna – ma non sono convinto del sintetico, il calcio deve giocarsi sull’erba naturale.

Disputiamo una partita ogni 15 giorni e il campo è lì da vedere. Ora dovremo condividerlo con il rugby e lo stadio negli anni ha acquisito una certa patrimonialità. In ogni caso il mio è un atto forzato. Spero che la richiesta di usare il campo si fermi al rugby, sennò potrei scegliere di giocare d’altre parti”. “L’accordo può dare attenzione ai giovani e allo sport – ha detto invece con il sorriso il presidente del Patarò Rugby Ottorino Bugatti – visto che finora abbiamo dovuto usare il campo di Rossaghe e del Villaggio Gnutti con gli altri”.

Lo stadio continuerà sotto la gestione dell’Ac Lumezzane, mentre il campo sarà rifatto con 300 mila euro, di cui 150 mila che spenderà il Comune e 75 mila ciascuno tra il calcio e rugby. I lavori inizieranno in primavera. Nell’attenzione del sindaco c’è anche il sintetico di Rossaghe che sarà rifatto.

PROTOCOLLO D’INTESA (DOCUMENTO)