QUINZANO – Uccise due ladri dopo rapina a una banca, condannato la guardia giurata Pelella

0

11 anni e quattro mesi di carcere per omicidio. La Cassazione ha confermato la sentenza d’appello e il primo grado di giudizio con rito abbreviato e condannato definitivamente Mauro Pelella, la guardia giurata che il 4 aprile del 2011 sparò uccidendoli Otello Astolfi, 62 anni di Ravenna e Ivan Alpignano 38 anni di Caselle Torinese, due ladri in fuga nel paese della bassa bresciana.

La sentenza è arrivata nei giorni scorsi contro il dipendente della Fidelitas. Niente da fare, quindi, per la difesa dell’ex vigilante rappresentata dall’avvocato Patrizia Scalvi che aveva chiesto l’assoluzione in quanto legittima difesa o al massimo una pena più leggera per un omicidio colposo legato ai fatti di quattro anni fa. L’uomo era diventato padre il giorno in cui sparò ai due banditi, mentre a suo favore in paese si erano svolte campagne di solidarietà. La guardia giurata 40enne, che era ai domiciliari, ora dovrà scontare la pena in carcere.

La vicenda riguarda il blitz di alcuni ladri in una banca del paese. Pelella ne aveva colpiti a morte due all’uscita dall’istituto di credito, mentre un terzo, Dario Delle Grottaglie di 34 anni, si salvò dopo una fuga per poi essere fermato. Con loro c’era anche Mario Saltarelli, 63 anni di Torino, il quarto della banda, arrestato un anno dopo.