QUINZANO – Cane ucciso da un boccone avvelenato dopo una passeggiata ai fontanili

0

Un cane è morto giovedì nel paese della bassa bresciana dopo una passeggiata ai fontanili. Il motivo è un boccone avvelenato che l’animale ha mangiato prima di sentirsi male. Il proprietario ha portato con urgenza il suo fedele quattro zampe dal veterinario che però non ha potuto fare nulla.

Episodi simili si erano già verificati a Quinzano, ma la crudele situazione riguarda tutta la provincia di Brescia, dalla bassa alle valli. In alcune zone, soprattutto nei posti di caccia, sono gli stessi appassionati a versare polpette avvelenate sui sentieri per attirare e uccidere i cani di altri cacciatori per una sorta di competizione a ogni costo.

E per questo alcune associazioni propongono l’addestramento degli animali per identificare i bocconi avariati. La legge prevede il carcere da 3 a 18 mesi per chi provoca la morte di un animale.