LUMEZZANE – Bimbi all’Odeon, si parte da “B come Babau”. Bambini che affrontano paure

0

Dopo il successo della prima edizione, torna “Bimbi all’Odeon”. Dedicata alle famiglie e ai bambini, la rassegna organizzata nell’ambito della stagione promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Lumezzane propone quattro spettacoli per affascinare e divertire grandi e piccoli con i racconti, le gag della clownerie, le mille invenzioni sceniche e la simpatia degli interpreti.

Si parte domenica 18 gennaio con la compagnia torinese “Nonsoloteatro” in “B come Babau”, tratto da “Il Babau” di Dino Buzzati. Tra situazioni divertenti e fantastiche si racconta la storia di Ginetto, un bimbo di 6 anni per scoprire che, in fondo, la paura non è così paurosa. Età consigliata: dai 6 anni. Lo spettacolo è di Guido Castiglia con la regia di Fabrizio Cassanelli.

Sul palco ci sarà Guido Castiglia con l’allestimento Marina Giacometto, elementi scenici di Violetta Viassone e Franco da Tregnago e musiche di Pascal Comelade e Sergio Taglioni. Lo spettacolo racconta la storia di Ginetto e dei suoi strani sogni. Ginetto è un bambino di sei anni, piccolino, magretto e un po’ birichino. Gli amici della sua età sono il doppio di lui. Per lui tutto è enorme: le stanze, il tavolo, il bicchiere, la forchetta, per Ginetto il mondo è gigantesco e pieno di sfide.

Come per tutti i bambini, anche per Ginetto a sei anni inizia l’avventura scolastica dove nel primo periodo vocali e consonanti la fanno da padrone e dove mille sono i modi per imparare l’alfabeto, anche giocando alle parole “paurose”: O come ombra, L come lupo, S come strega e B come Babau. Tra situazioni divertenti e fantastiche lo spettacolo racconta di piccole e grandi paure da guardare negli occhi per scoprire che in fondo, la paura, non è così paurosa. Lo spettacolo, come per tutti gli altri della rassegna, inizierà alle 16. L’ingresso è di 4 euro, 3 euro il ridotto.