MILANO – Moda e design, Parolini e il piano d’azione. “4 milioni per innovazione e creatività”

0

“La moda e il design in Lombardia sono due dei settori economici più rilevanti per numero di occupati e valore aggiunto prodotto, pilastri importanti dell’economia e dell’identità regionale, ma anche sinonimi di eccellenza riconosciuta in tutto il mondo per innovazione e qualità”. L’ha detto l’assessore lombardo al Commercio, Turismo e Terziario Mauro Parolini intervenuto al tavolo della moda e del design per la presentazione congiunta del Piano d’azione 2014-15 della Regione Lombardia stamattina a Palazzo Lombardia.

“Per valorizzare ulteriormente questa eccellenza come assessorato abbiamo destinato un ammontare complessivo di risorse di quasi 4 milioni di euro, che genereranno investimenti pari a circa 7 milioni, per la realizzazione del piano d’azione pluriennale per la moda e il design. Un intervento integrato – ha aggiunto – teso a favorire l’innovazione, la digitalizzazione, la formazione e la creatività dei giovani, la contaminazione tra settori, la messa in cantiere di progetti pubblico – privati e lo sviluppo di network di impresa.

Nonostante la crisi e la preoccupante contrazione interna dei consumi, infatti, il settore dimostra dinamicità e resiste rilanciando le vendite sui mercati esteri, soprattutto quelle verso i Paesi extraeuropei. La Regione Lombardia – ha concluso Parolini – sostiene l’economia lombarda e milanese legata alla creatività e investe anche per garantire gli ingenti indotti legati al turismo, commercio ed attrattività che moda e design generano”. Nel corso dell’incontro sono stati presentati, agli addetti del settore, gli esiti della ricerca “Design 2020” commissionata dalla Direzione Generale Commercio, Turismo e Terziario al Dipartimento di Design del Politecnico di Milano. Ecco tutti i punti strategici del piano pluriennale 2014- 15 per la moda e il design:

Bando creatività: eventi e luoghi. Il bando, che mette a disposizione 2.316.860 euro, promuove idee progettuali, relative ai comparti moda e design, volte allo sviluppo dei territori e dei luoghi lombardi in cui la creatività gioca un ruolo preponderante. La misura è dedicata agli attori che si occupano a diverso titolo di moda e design (università, scuole, associazioni, enti locali, fondazioni, media partner, organizzatori e quartieri fieristici, associazioni di categoria, imprese e altri soggetti) affinché realizzino: eventi e strumenti comunicativi. Infrastrutture fisiche e digitali tali da creare palinsesti e luoghi complementari e successivi all’evento espositivo del 2015. Le domande per partecipare a questo bando potranno essere presentate dalle ore 12 del 14 gennaio fino alle ore 12 del 29 gennaio.

Bando moda e digitale. Con questo bando si stanzia 1 milione di euro per sostenere progettualità innovative di servizi digitali avanzati e qualificati, in favore delle imprese del settore moda. La misura prevede un meccanismo di partnership tra fornitore digitale e impresa utilizzatrice. Le domande per partecipare al bando potranno essere inoltrate a partire dalle ore 12 del 19 febbraio alle ore 12 del 6 marzo.

Bando creatività e commercio. Con questa misura si stanziano 660 mila euro per sostenere l’attrattività e la competitività del comparto dei pubblici esercizi ed esercizi commerciali mediante un’iniezione di innovazione dell’offerta merceologica. L’intervento è riservato ai negozi che collaborano con designer emergenti, all’apertura di corner creativi loro dedicati. Le domande di partecipazione al bando potranno essere presentate a partire dalle ore 12 del 4 marzo alle ore 12 del 24 marzo.

Progetto “Magazzini Aperti”. E’ finalizzato a facilitare il raccordo tra gli studenti delle scuole di moda e le imprese, anche tramite azioni di promozione e organizzazione di eventi espositivi delle collezioni realizzate dagli studenti, in occasione delle edizioni di “Milano Unica”.

Design competition. Azione per facilitare l’incontro tra giovani designer e mondo produttivo, tramite partnership e collaborazioni con gli attori del sistema e l’organizzazione di eventi espostivi in occasione del Salone del Mobile. Nel corso del 2015 si provvederà a una prima valutazione dei risultati conseguiti, estendendo eventualmente l’attuazione del Piano anche al 2016.