MILANO – Stragi Parigi, Maroni a Telelombardia: “Sospendere trattato di Schengen per Expo”

0

All’indomani delle stragi ad opera di terroristi a Parigi, gli Stati europei stanno parlando anche della possibilità di rivedere, per sicurezza, il trattato di Schengen che dispone la libera circolazione delle persone in Europa. Tra chi è favorevole e chi contrario, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ieri ospite della trasmissione televisiva “Orario continuato” su Telelombardia ha detto sì in vista dell’Expo quando in Italia si muoveranno venti milioni di persone da maggio a ottobre.

“Io sono stato il primo, subito dopo l’attentato di Parigi, a dire che anche l’Italia deve sospendere quel trattato. Questo accordo va rivisto e, credo, sospeso, perché oggi non abbiamo il controllo delle nostre frontiere. In un momento come questo, dove l’allarme terrorismo è così elevato, io penso che si debba tornare a controllare meglio chi entra in Italia dalle frontiere Ue.

E, soprattutto, bloccare i flussi dei clandestini irregolari. Non voglio aver paura verso l’esposizione e non si deve nemmeno diffondere il panico, perché faremmo il gioco dei terroristi. Sono preoccupato perché un evento così grande, importante e mediaticamente significativo può attrarre i fondamentalisti. Bisogna fare controlli efficaci prima e durante l’esposizione universale. Bisogna anche sospendere Schengen, perché lo Stato italiano deve sapere chi arriva sul suo territorio dagli altri Paesi europei. Expo merita questo intervento, nei prossimi giorni a Roma ne parlerò con il Governo e il presidente Matteo Renzi”.