MILANO – “Charlie Hebdo”, il consiglio regionale ricorda le vittime della strage al giornale francese

0

“Oggi affermiamo con forza che nessuno deve poter temere per la propria vita a causa della libera manifestazione delle proprie idee”. L’ha detto l’assessore lombardo al Turismo, Commercio e Terziario Mauro Parolini a margine della seduta odierna del consiglio regionale che si è aperta con la commemorazione delle vittime delle azioni terroristiche di Parigi insieme al console generale di Francia a Milano, Olivier Brochet.

“Io sono Charlie nella misura in cui mi batto per difendere la libertà di espressione e nella commossa e incondizionata solidarietà che oggi esprimo al popolo francese e alla redazione di Charlie Hebdo – continua Parolini – pur non condividendo il loro stile editoriale, c’è esattamente il significato autentico della battaglia civile che dobbiamo intraprendere per tutelare questo diritto irrinunciabile ed universale.

Nessuno deve temere per la propria vita a causa delle proprie idee e la libertà è possibile quando c’è una comunità che la vive e la difende. È ciò che si è visto oggi in consiglio regionale”.