DARFO – Progetti Gal sul fiume Oglio, dalla Fondazione Cariplo contributi per ciclabile ed ecologia

0

Sono stati presentati alcuni interventi che riguarda l’asta del fiume Oglio, tra la Valcamonica e Val di Scalve. Nella sede della Pro Loco c’erano il presidente del Gal Valcamonica e Val di Scalve Walter Sala, il presidente della Comunità montana camuna Oliviero Valzelli, quella della Comunità montana del Sebino Bresciano Paola Pezzotti e Andrea Ratti consigliere delegato all’Agricoltura per la Provincia di Brescia.

Sul tema della Greenway dell’Oglio sono state avviate diverse iniziative per valorizzare l’Asta del Fiume Oglio intesa come sistema di sviluppo interterritoriale, il Gal Valcamonica e Val di Scalve infatti è capofila nel progetto presentato nell’ambito del bando “Brezza” della Fondazione Cariplo 2014, finalizzato a valorizzare i sistemi ciclabili sulle aste fluviali connesse al Po: e in particolare “VenTo”, la pista ciclabile che collega Venezia a Torino. Il progetto rappresenta un’occasione per rafforzare e potenziare il percorso di fruizione integrandolo con dorsali maggiori o altre infrastrutture cicloturistiche connesse a EuroVelo.

L’obiettivo generale del progetto è quello di favorire la fruizione sostenibile attraverso uno studio di fattibilità che valorizzi il fiume Oglio intersecando il tracciato della dorsale “VenTo”. Il piano dell’intervento si articola in due obiettivi specifici dedicati alla ciclabilità del fiume Oglio e al coinvolgimento delle comunità locali. Per migliorare la ciclabilità del fiume lo studio prevede la definizione di un piano di interventi per identificare i tratti interrotti nei circuiti locali e un piano di intermodalità per studiare l’integrazione tra il percorso cicloturistico e il sistema della mobilità collettiva. A ciò si aggiunge la definizione di una strategia di sviluppo sovra territoriale: con l’organizzazione di un sistema cicloturistico, un piano dei servizi e lo studio di iniziative dedicate a formazione e occupazione.

Per coinvolgere le comunità locali è previsto lo studio di un piano di comunicazione per divulgare e sensibilizzare: il piano prevederà azioni di comunicazione e promozione integrate, lo studio di interventi divulgativi nelle scuole sul tema di sport, ambiente e sana alimentazione. Il tratto interessato dagli interventi si sviluppa per un totale di circa 261 Km di cui 88 in Valcamonica, 28 nel Sebino Bresciano, 87 nel territorio dell’Oglio Nord e 58 nell’Oglio Sud, i partner coinvolti nel progetto sono, oltre al Gal camuno, anche quello dell’Oglio Po Terre d’Acqua, la Comunità montana della Valcamonica, Parco Adamello, Comunità montana del Sebino Bresciano, Parco Regionale Oglio Nord, Parco Regionale Oglio Sud, Comune di Orzinuovi e FIAB Amici della Bici Brescia.

La Fondazione Cariplo ha riconosciuto un contributo di 135 mila euro per un progetto dal costo complessivo di 200 mila euro. Sempre restando in tema di fiume Oglio, il Gal Valcamonica e Val di Scalve darà il via in primavera ai lavori relativi al progetto “Interventi funzionali al miglioramento della connessione ecologica del fiume Oglio nel suo tratto intermedio (Breno- Darfo Boario Terme)” presentato nell’ambito del Bando Reti Ecologiche della Fondazione Cariplo 2013. Partner del progetto la Comunità montana, Parco Adamello, che realizzerà le azioni che interessano gli interventi di forestazione e fruizione forestale nelle aree spondali lungo questo tratto di fiume.

Per quanto riguarda il Gal le azioni a suo carico saranno la progettazione e realizzazione delle rampe artificiali dove necessarie, gli interventi di diversificazione dei tratti omogenei e banalizzati, la realizzazione di uno studio di carattere ambientale del tratto finale del Grigna in confluenza con il fiume Oglio, la caratterizzazione dello stato ecologico tramite l’Indice di Funzionalità Fluviale, il monitoraggio e le attività didattiche e divulgative. Il progetto prevede un costo complessivo di 551 mila euro di cui 330 mila come contributo di Fondazione Cariplo e 220 mila dal Consorzio Comuni Bim di Valcamonica, il tutto per dare continuità al lavoro già svolto dalla Comunità montana Parco Adamello nel tratto Edolo-Breno.

Il Gal Valcamonica e Val di Scalve ha partecipato anche al gruppo che ha promosso la prima edizione del Bike Tour dell’Oglio, lo scorso anno, evento che ha coinvolto in primis gli enti Parco (Adamello, Oglio Nord, Oglio Sud), le Comunità montane (Valcamonica e Sebino Bresciano), i Gal (anche il Gal Golem e il Gal Oglio Po Terre d’Acqua) e la FIAB. Il Gal camuno ha colto l’occasione dell’evento per realizzare un’azione che desse costante evidenza alle potenzialità che il fiume Oglio può rappresentare in chiave turistica e di governance. La decisione, insieme agli altri due Gal, è stata quindi quella di realizzare un video che raccontasse non solo della ciclabile dell’asta dell’Oglio, mostrando per la prima volta (e non solo ai visitatori, anche ai portatori di interesse locale), il fiume Oglio come un unicum, un sistema di opportunità a valenza ambientale e turistico-ricreativa.

A fare da stimolo a questa scelta, il progetto di cooperazione transnazionale dedicato al paesaggio “LANDsARE” di cui il Gal Valcamonica e Val di Scalve è partner con i Gal Italiani e LAG scozzesi e tedeschi. L’iniziativa è finanziata dal Psr della Regione Lombardia, tramite la Misura 421 Leader. Da questo progetto (che ha coinvolto sette aree rurali tra Lombardia, Calabria, Germania e Scozia) è emersa la consapevolezza sul fatto che il paesaggio non abbia confini: la continuità non si lega ai termini amministrativi, piuttosto a una pianificazione coordinata e coerente tra le aree che condividono qualità e risorse paesaggistiche.

Il video è un racconto realizzato con immagini, testi e musiche inedite, che per la prima volta consente una prospettiva unica dei territori uniti dall’acqua che dall’Adamello scende fino al Po. L’originalità e l’eccezionalità del prodotto (un lavoro per il quale si stanno già attivando nuove evoluzioni) verrà promosso anche in occasione di concorsi nazionali e internazionali (come i Film Festival sui temi di natura o di ambiente).

GUARDA IL VIDEO DEL BIKETOUR (DA YOUTUBE)