BRESCIA – Sede Dia, Girelli (Pd): “Buona notizia. Ora servono soldi e personale per farla funzionare”

0

Dopo l’annuncio di sabato scorso del procuratore generale di Brescia Pierluigi Maria Dell’Osso sulla nuova sede della Direzione Investigativa Antimafia (Dia), arrivano i primi commenti politici. “L’ufficializzazione é davvero un’ottima notizia – dice il consigliere regionale del Pd Gianantonio Girelli.- Da tempo a vari livelli si chiedeva che ciò avvenisse nella consapevolezza che il fenomeno mafioso ben presente in tutta la Lombardia, e in modo più che significativo a Brescia e provincia, avesse bisogno di questa realtà per poter essere efficacemente combattuto e sconfitto.

É chiaro che ora si tratta di mettere a disposizione risorse umane e finanziarie per permettere alla divisione di svolgere al meglio la sua attività. É altresì un ulteriore richiamo al senso di consapevolezza e responsabilità che istituzioni, realtà associative e cittadini devono sempre più assumere verso la mafia, l’illegalità e la corruzione. É una lotta che non si può solo delegare, ma intraprendere insieme.

Estromettere dalla politica e dalle istituzioni i disonesti, i collusi, i faccendieri, é più che mai urgente ed indispensabile. Rompere quella fascia grigia dove si nasconde tanta omertà o ‘distrazione’, comportamenti apparentemente legali, ma in realtà profondamente disonesti, é indispensabile. Mi auguro – termina Girelli – che presto anche nella realtà bresciana molte istituzioni manifestino la volontà di aderire ad avviso pubblico e sottoscrivano la Carta di Pisa. É un preciso impegno, un’assunzione di responsabilità, capaci di prevenire il malaffare e individuare le ‘mele marce’ presenti sul territorio”.