ROMA – Contenziosi tributari, nel terzo trimestre del 2014 sono calati del 17%

0

Tra luglio e settembre di quest’anno, le controversie tributarie giunte in entrambi i gradi di giudizio sono state, complessivamente, 33.986. Ciò significa che, stando agli ultimi dati del ministero dell’Economia, si è realizzata una contrazione pari al 17 per cento (7.197 controversie in meno), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Contestualmente, le controversie definite nello stesso periodo sono state 52.369, l’1,5 per cento in più (cioè, 786 cause) rispetto all’anno precedente.

Le cause che, alle fine, del terzo trimestre 2014 erano ancora pendenti erano 591.932, il 6,6 per cento (cioè 41.702 ricorsi) in meno rispetto al 30 settembre 2013.

Presso le Corti tributarie provinciali, i giudici che, nel periodo in questione, sono risultati completamente favorevoli all’ente impositore sono stati il 45 per cento, per un valore complessivo pari a 2,189,24 euro; i verdetti favorevoli al contribuente, invece, sono stati il 31 per cento, per un importo pari a 1,024,13 miliardi di euro. Presso le Corti tributarie regionali le cause favorevoli all’ente impositore sono state il 45 per cento del totale (1,284,32 miliardi di euro), quelle a favore del contribuente il 40 per cento (730,32 milioni di euro).

Fonta: CGIA