BRESCIA – Inquinamento acqua, Ispra: “Pesticidi nella bassa e metalli pesanti nelle valli”

0

In Lombardia quasi otto fossi su dieci e un terzo delle acque di falda da dove arriva fino al rubinetto sono contaminate da pesticidi e metalli pesanti. L’indagine è stata realizzata dall’Ispra che ha studiato i dati dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente rilevati nel 2012.

In particolare, per quanto riguarda la provincia di Brescia, sono stati segnalati materiali inquinanti nel Naviglio Grande a Castenedolo, al Vaso Fiume di Flero, a Seriola Castrina di Cazzago San Martino così come Pozzolengo, Rudiano e a Baioncello di Castrezzato.

Nessuna zona bresciana sembra essere esente dagli inquinanti e pesticidi. Andando sulle valli, ci sono persino tracce di metalli pesanti, tipici della tradizione industriale come il mercurio o altri in alta Valtrompia a Bovegno, a Lembrio di Marcheno nella stessa valle, ancora nel triumplino con il Gombiera a Villa Carcina e poi Sarezzo e Bovezzo.

Puntando l’occhio, invece, sui sotterranei, nel mirino ci sono la stessa Brescia città, Adro, Calvisano, Gardone Valtrompia e Pisogne.