Il principio di realtà…è andato a puttane

0

Non ho ancora deciso se l’EdV diventerà un giornale satirico e meno. Lo dico perchè quando, nella solita rassegna stampa, ho letto questo passaggio – e non ricordo su quale testata, quindi mi scuseranno i colleghi se non la cito – ho pensato che se l’avessi pubblicata qualcuno poteva pensare che volessi scimmiottare il Lercio.it.

Alla fine ho deciso di pubblicarla comunque: “Anno nuovo e richiesta nuova. Silvio Berlusconi tramite i suoi legali ha depositato presso il Tribunale di Sorveglianza di Milano la richiesta di liberazione anticipata nell’ambito dell’affidamento in prova ai servizi sociali di un anno concesso ad aprile 2014 in seguito alla condanna definitiva per il caso Mediaset.“Il progetto rieducativo si è arricchito dello svolgimento dei lavori di pubblica utilità da cui ha accolto con entusiasmo uno spunto di riflessione sulla condizione degli anziani“. Questo è uno dei passaggi della richiesta di liberazione anticipata avanzata da Berlusconi tramite i suoi legali.”

Ora, io mi rendo conto che “un sano principio di realtà” – come lo definirebbe Freud – è difficile da mantenere in una società dove il presidente di uno dei rami del parlamento, una donna, si proccupa sempre di come in Italia vengono accolti gli extracomunitari e mai come se la spassano i nostri pensionati.

Ma, mi dico, il bravo signor B che dopo l’esperienza di assistenza agli anziani ha avuto “uno spunto di riflessione sulla condizione degli anaziani” a quale pianeta pensa di appartenere?

Mi sto sbellicando dalle risate. Un ottantenne o giù di lì che – finalmente, bontà sua – ha avuto uno spunto di riflessione su chi? sugli anziani! sugli anziani, capite? a ottan’anni!

Vabbè, io ci rinuncio… a capire, ma rimango della mia idea: prima o poi li seppelliremo tutti con una risata