BRESCIA – Brescia, 1,8 mln su caserme incompiute. Toscani (Sarezzo): “Meglio su Pontoglio più avanti”

0

Le risorse per 1,8 milioni di euro stanziate sul bresciano nel decreto “Sblocca Italia” firmato dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi e citato dall’assessore lombardo Mauro Parolini, distribuite in modo uniforme per 600 mila euro ciascuna al completamento delle caserme di Pontoglio e Flero nella bassa bresciana e Sarezzo in Valtrompia ha trovato il parere favorevole dei sindaci coinvolti.

Ma ha sollevato alcuni dubbi, soprattutto nel sindaco saretino Diego Toscani che, interpellato da Bresciaoggi, ha parlato di “distribuzione inutile perché si rischia di far andare avanti troppo lentamente le strutture”. In pratica, il primo cittadino del paese triumplino che era stato avvisato dell’importo in entrata per la caserma in vista sulla Sp 345, aveva chiesto di destinare tutto l’importo sull’edificio di Pontoglio più avanti nei lavori, lasciando in attesa Sarezzo per altre risorse.

Su Flero, invece, il Comune ha chiesto la restituzione dell’area dove oggi si trova la caserma abbandonata e per la quale potrebbe arrivare un progetto diverso. I 600 mila euro sono appena sufficienti per Pontoglio che dovrebbe permettere ai carabinieri locali di prendere possesso degli uffici, ma gli altri 1,2 milioni tra Sarezzo che potrebbe ancora solo boccheggiare e Flero rischia di far concludere poco.

Il sindaco saretino Diego Toscani si è detto disponibile a un incontro con gli altri sindaci e il coordinamento della Prefettura. In ogni caso il primo cittadino di Flero Nadia Pedersoli ha parlato di “una promessa mantenuta dal premier Renzi sulle opere incompiute”. Nella foto la caserma “incompiuta” di Pontoglio