MILANO – Imprese, Camera di Commercio: “Un italiano su dieci ce l’ha”. Cuneo e Bolzano in testa

0

L’8,5% degli italiani ha un’impresa e la classifica è dominata da Cuneo e Bolzano che toccano l’11%, più di uno su dieci. C’è spazio anche per Milano, Torino e Brescia che figurano nella graduatoria stilata dalla Camera di commercio di Milano in base ai dati segnalati dall’Istat e nel registro delle imprese relativo al terzo trimestre dell’anno scorso. A livello di province, Roma, Milano, Napoli e Torino spiccano su tutte con un milione di attività, una su cinque nel panorama italiano di più di cinque milioni.

La maggior parte si trova nelle prime venti province dove trovano spazio la metà di tutte le imprese nazionali. Analizzando i dati nei dettagli, le attività aperte dalle donne vincono a Benevento, Avellino e Frosinone dove c’è un terzo delle imprese di genere in Italia, mentre tra i giovani domina Crotone col 17%, poi Vibo Valentia e Caserta. Gli stranieri, infine, hanno più attività a Prato col 27% di tutte le imprese, poi Firenze, Trieste e Roma al 15%.

La Camera di Commercio spiega anche come i settori con oltre 100 mila imprese a livello nazionale puntino su Matera e Benevento per l’agricoltura, quasi una su due, a Lecco e Brescia per i prodotti in metallo (una su venti), Caserta e Sassari per le costruzioni (una su dieci), Reggio Emilia e Imperia per le costruzioni specializzate (una su cinque), Palermo e Napoli per il commercio al dettaglio (una su quattro), Bologna e Forlì per i trasporti (una su venti), Savona, Trieste, Verbania e Aosta nella ristorazione (una su dieci), Biella e Milano nell’immobiliare (una su dieci), Varese, Pescara, Lodi e Novara nei servizi alla persona (una su venti).