CARLOS PAZ (ARG) – Dakar moto, Botturi 19° dopo il rischio in prima prova. Oggi 657 km su terra rossa

0

Alessandro Botturi in sella alla Yamaha Wr 450 Rally occupa la 19a posizione assoluta dopo le prime due tappe della Dakar. Apparentemente un risultato deludente viste le attese, ma invece, da come si era messo l’inizio gara, è un’ottima prova. Infatti, dopo avere chiuso al 25° posto la prima giornata, ieri il portacolori del Moto Club Lumezzane è risalito chilometro dopo chilometro, fino ad arrivare alle spalle dei due compagni di squadra Olivier Pain e Michael Metge.

Quello che conforta maggiormente è che nella sua risalita, il “Bottu” abbia tenuto il passo dei migliori, ad eccezione del leader Bort Barreda che con la Honda ha vinto la tappa, portandosi in prima posizione tra le moto. Anche quella di ieri si è rivelata una tappa particolarmente insidiosa, tanto che nell’ultimo tratto di gara di soli 50 km il favoritissimo Marc Coma ha perso 10 minuti, lasciando la seconda posizione che pareva consolidata e scivolando dal podio di questa giornata.

Ma la Dakar di Botturi poteva finire già nella prima giornata quando è rimasto bloccato nella rete di filo spinato, per poi riuscire a liberarsi e riprendere la corsa. Dopo la tappa di ieri di 625 km, di cui 518 di prova speciale, oggi, i km da affrontare sono 657 di cui 220 km di prova speciale. Una tappa caratterizzata dalla presenza di terra rossa, ma anche di migliaia di pietre da evitare. “Prenderne anche solo una, vuol dire rovinarsi la giornata”.