SEBINO – Sospesi richiami vivi sulle Torbiere, ma si continuano a usare. Animalisti sulle barricate

0

Nella riserva naturale delle Torbiere del Sebino si continua a usare i richiami vivi come oche, anatre e pavoncelle nonostante il divieto. Tanto che il Ministero della Salute ha approvato un’ordinanza rilanciata dalla Regione Lombardia per sospendere l’uso nella caccia in zona.

Sul tema da tempo sta conducendo una battaglia la Lega per l’abolizione della caccia e la sospensione dell’utilizzo dei richiami vivi c’era stata dopo la scoperta di un caso di influenza aviaria in un allevamento di tacchini a Rovigo, in Veneto.

In provincia di Brescia molti cacciatori usano le anatre selvatiche chiuse in gabbie quasi del tutto sommerse nel Sebino e nei capanni per la caccia agli animali acquatici, ma le associazioni criticano l’eccessiva vicinanza alle Torbiere. Un’ordinanza che i cacciatori continuano a non rispettare e che ha indotto la Lac a chiamare Polizia provinciale e Guardia Forestale per intervenire.