BRESCIA – Aumento tariffe autostrade da 1 gennaio, Balotta (Onlit): “Governo contro suo programma”

0

Se il Governo cede alle indicazioni del ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi e autorizza la richiesta di aumento delle tariffe dalle concessionarie sarebbe in grave contraddizione con il suo programma. Mentre si dice di voler combattere le rendite di posizione – si legge in una nota di Dario Balotta, presidente dell’Osservatorio Nazionale Liberalizzazione Infrastrutture e Trasporti – dall’altra cede alle lobby autostradali, sottrae risorse allo sviluppo e penalizza i consumatori.

Gli aumenti mediamente del 3,9% con punte dell’8% differenziati per tratta autostradale sono uno degli ultimi automatismi rimasti dopo l’abolizione della scala mobile, ma almeno questa tutelava il reddito delle famiglie e non le rendite di aziende private o di carrozzoni pubblici. Con un’inflazione uguale allo zero e con tutti i programmi d’investimento disattesi dalle ventitré concessionarie nazionali nessun aumento è giustificato da motivi industriali o dalla crescita dei costi di gestione.

Il Governo non ha ancora capito – continua la nota – che gestire un’autostrada è tra le attività imprenditoriali più semplici e prive di rischio che esistano. Neppure il lieve calo di traffico registrato in questi mesi giustifica gli aumenti visto che tutte le autostrade chiudono con i bilanci in attivo da sempre.