BRESCIA – Chiusura uffici Polizia, sindacato continua la protesta con cartoline da mandare a Renzi

0

Come abbiamo già ribadito più volte pur sforzandoci non riusciamo a vedere i tanto ventilati risparmi verso la chiusura degli uffici di Polizia stradale di Iseo e Salò e quella di frontiera all’aeroporto di Montichiari, ma soprattutto percepiamo preoccupati una diminuzione della sicurezza per i cittadini della provincia. Per la Polizia Stradale, infatti – si legge in una nota del Sindacato Autonomo di Polizia – oltre alla chiusura dei due uffici, le sedi di Montichiari e Chiari saranno elevate a sottosezioni autostradali, con un conseguente impegno sempre più concentrato in area autostradale.

Per la Polizia di Frontiera di Montichiari la chiusura vorrebbe dire rallentare il processo appena nato di creare una società per gestire l’aeroporto di Montichiari che, stando a quanto riportato sugli organi di stampa, ha già iniziato a prendere accordi per il ritorno di Ryanair a Montichiari. Il Sap ha già manifestato chiaramente che non ha alcuna intenzione di avallare il progetto enunciato, poiché prima si deve necessariamente procedere ad una riforma dell’apparato della sicurezza che riduca i sette corpi di polizia e le burocrazie.

Abbiamo coinvolto tutte le forze politiche sia a livello nazionale sia locale – continua la nota – ma le risposte giunte, pur se positive, al momento non hanno dato un adeguato segnale di ripensamento al taglio lineare del Governo. Come avevamo detto precedentemente, non avremmo lasciato nulla di intentato e così abbiamo deciso di rivolgerci direttamente ai cittadini, a chi verrà penalizzato duramente da tale manovra, a chi è ben consapevole di cosa vuol dire avere bisogno della Polizia. E’ iniziata già da tempo in tutta Italia una distribuzione capillare di cartoline da inviare al premier Renzi per comunicare che i cittadini non vogliono la chiusura degli uffici di Polizia.

Centinaia di cartoline sono state consegnate ai cittadini di Salò e al suo primo cittadino, a Iseo e a Montichiari e sono già state inviate dai cittadini interessati al presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi e molte altre sono in distribuzione in tutta la provincia. La conferma per la considerazione all’iniziativa in tali comuni ove hanno sede le strutture, ci ha rallegrato e confortato e per la risposta dell’intera provincia, molto vicina alla sicurezza della provincia. Per chi volesse altre cartoline si può contattare la segreteria provinciale del Sap di Brescia via mail.