SAREZZO – Faustini di bronzo, il Comune premia Giordano Guerini e Luigi Ferroni

0

Per il settimo anno il consiglio comunale del paese valtrumplino nella seduta del 17 dicembre scorso ha conferito le civiche benemerenze a cittadini che “con opere o con l’esempio nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’economia, del lavoro, della scuola, dello sport, per iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico, per particolare collaborazione alle attività della pubblica amministrazione, per atti di coraggio e di abnegazione civica, abbiano dato lustro al Comune di Sarezzo e alla sua comunità, sia rendendone più alto il prestigio attraverso la loro personale virtù sia servendone con disinteressata dedizione le singole istituzioni”. Quest’anno sono state conferite due benemerenze che verranno consegnate nel periodo della festa patronale dei Santi Faustino e Giovita.

E’ stato assegnato un Faustino di Bronzo a Giordano Guerini “per il profondo senso civico dimostrato in oltre cinquant’anni di volontariato, in particolare al servizio della comunità di Noboli. Giordano Guerini, con grande spirito di disponibilità e sacrificio, provvede al servizio liturgico, agli addobbi, al mantenimento e all’organizzazione dei servizi della chiesetta di San Bernardino, a cui la comunità è devota. In questo senso è anche da sottolineare la sua collaborazione con il comitato culturale di Noboli per la promozione di attività nel ricordo del santo con ricerche storiche, rievocazioni della sua vita e particolare impegno per tramandare la tradizione e la religiosità locale. Ammirevoli sono il suo spirito di servizio e il suo impegno nella salvaguardia delle nostre tradizioni e della nostra cultura, a cui tutti dobbiamo guardare con ammirazione e riconoscenza”.

L’altro è stato conferito a Luigi Ferroni “per il suo instancabile impegno in vari ambiti, sia nella politica sia nel volontariato, sempre mosso dall’ideale di costruire una società giusta e solidale. In ogni campo del suo impegno civile Luigi Ferroni ha portato il proprio vissuto di persona dedita al lavoro e aperta al dialogo con gli altri. Il suo grande impegno disinteressato al servizio della comunità, lavorando sempre con grande umiltà e discrezione ed esclusivamente per il bene comune, rappresenta un esempio da seguire, in particolare per le giovani generazioni”.